Aspettando luglio 2018 e la prossima edizione, Cervo guarda all’estate appena passata per un bilancio positivo e ottimista del Festival internazionale di Musica da Camera 2017 che ha portato tra l’incantevole sagrato dei Corallini e l’oratorio di Santa Caterina la musica dal vivo di numerosi artisti noti in tutto il mondo. “Si tratta dell’edizione più riuscita degli ultimi vent’anni – ha dichiarato il sindaco Gian Paolo Giordano – è stato un Festival a trecentosessanta gradi, con una squadra compatta che ha lavorato tutto l’anno, ha saputo investire, variare, ha lavorato in sintonia e con tanta passione per tenere in vita una manifestazione di così grande importanza, in un comune piccolo e con risorse limitate. Questo vuole dire fare cultura”.

Il Festival di Musica da Camera ha portato sul magico Sagrato dei Corallini, come di consueto, grandi artisti del panorama musicale internazionale, riscuotendo quest’anno un particolare successo di pubblico e di critica, con la Piazza San Giovanni Battista gremita di appassionati, curiosi e addetti ai lavori. È stato un cartellone denso e nutrito, con diciannove appuntamenti nei mesi di luglio e agosto, legati dal fil rouge della qualità. Concerti di generi differenti, mirati a soddisfare un pubblico eterogeneo per gusto e per età: così, accanto alle esecuzioni incentrate sul repertorio cameristico tradizionale e inaugurate dal celebre Uto Ughi, grande risonanza hanno avuto le serate dedicate al jazz, con protagonisti del calibro di Paolo Fresu e Richard Galliano, poi la musica folk, accolta nella riserva naturalistica Parco del Ciapà – altra suggestiva cornice della manifestazione – che nel mese di luglio ha ospitato il mandolino di Carlo Aonzo. Tra le novità, il teatro musicale nel settecentesco Palazzo Viale, uno dei gioielli artistici e architettonici del borgo, con uno spettacolo di Valter Malosti (in collaborazione con la Compagnia du Servu) ispirato al celeberrimo romanzo Anna Karenina di Lev Tol’stoij.

Non solo cultura, ma turismo, che d’estate per Cervo si intreccia con le tante manifestazioni culturali che si svolgono nel borgo, tra i più belli d’Italia. Tra questi, indubbiamente il Festival con il suoi appuntamenti musicali, ma anche gli incontri letterari di Cervo ti Strega, rassegna giunta quest’anno alla quarta edizione e di sempre maggior respiro. I turisti sono stati moltissimi, in particolare stranieri, spesso in arrivo a Cervo in concomitanza con gli appuntamenti tra scrittori e musicisti. A Cervo, per l’occasione, è arrivato anche uno dei red carpet della Regione Liguria, a segnalare un percorso illuminato ad hoc per turisti e non solo.

Tante, infine, le collaborazioni con istituzioni e realtà del territorio, che hanno lavorato sul binomio cultura-turismo per fare della bellezza del borgo, con i suoi carruggi, i suoi palazzi, le sue opere d’arte, ma anche con la natura e il mare estivo intorno, un luogo unico e sempre più magico.