A Cervo tra scrittori, notti romantiche e musica

Attesa per l'incontro del 25 giugno con i finalisti del Premio Strega, e intanto il 24 il borgo si tinge di magia e romanticismo


È una settimana attesa e piena di bellezza per Cervo. Domenica 25 giugno il borgo si prepara ad accogliere gli autori finalisti del Premio Strega, la cinquina votata dalla giuria negli scorsi giorni e composdta da Paolo Cognetti (già vincitore dello Strega Ragazzi), Teresa Ciabatti, Wanda Marasco, Alberto Rollo e Matteo Nucci. Alle 21.30 sulla piazza dei Corallini il pubblico assisterà  a un salotto di chiacchiere condotte da Alessandra Tedesco, giornalista di Radio24, e alle presentazione dei libri in gara per il podio finale. A Villa Giulia il 6 luglio sarà proclamato il vincitore 2017, che il 9 luglio tornerà a Cervo per la  prima presentazione al pubblico con il noto opinionista  Giampiero Mughini.

Nell’attesa degli scrittori, la notte di San Giovanni, il 24 giugno, tinge di magia il borgo, tra i più belli d’Italia, con la notte romantica: musica, aperitivi, incontri, danza per le vie del borgo, il tutto rigorosamente a lume di candela. Dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, la notte romantica dei Borghi più belli d’Italia si festeggia nel segno dell’amore e del romanticismo: un’occasione per l’Italia dei Borghi di riscoprirsi “romantica”, con fantasia, creatività e tenere stravaganze legate al territorio.

Attendendo la Notte di San Giovanni – patrono di Cervo –domani sera, mercoledì 21 giugno, si celebra anche la Festa Europea della Musica con la Notte Europea della Musica Romantica, un’idea originale che abbina le due tematiche, la musica e il “romanticismo”: una serata dedicata a concerti e conferenze nelle piazze e nei siti storici del borgo, con cene “romantiche” nei ristoranti locali.

“Siamo certi che anche quest’anno ci sarà una grande partecipazione – ha dichiarato il Presidente de I Borghi più belli d’Italia Fiorello Primi - possiamo contare sul grande impegno delle comunità locali nell’organizzazione della serata: hanno dimostrato come da un’idea semplice possa nascere un grande evento nazionale. È evidente che senza l’impegno e l’entusiasmo di comunità coese e orgogliose di essere parte di un progetto nazionale, una manifestazione di così imponenti dimensioni non sarebbe possibile”.

Autore: redazione