Comincia con una novità dell’ultima ora “TeaLtro” la nuova rassegna teatrale invernale 2018 della Città di Bordighera, la cui direzione artistica è stata quest’anno assegnata a LIBER theatrum e a Diego Marangon. Sabato 13 Gennaio alle ore 21.00 è stata infatti confermata la presenza sul palcoscenico del teatro del Palazzo del Parco di Alessandro Bergallo che porterà in scena Open Source (idea libera tutti) e non il preannunciato e già messo in cartellone Ossor Otteccupac – La favola di Cappuccetto Rosso dalla parte del lupo, che verrà comunque recuperato Sabato 28 Aprile. La stagione teatrale bordigotta si arricchisce quindi di un nuovo spettacolo che si va ad aggiungere ai nove già in cartellone, più il lungo fine settimana della fine di marzo dedicato alle realtà associative locali.
 
Open Source (idea libera tutti) è il frutto di un progetto, che trova spazio anche su facebook, di Alessandro Bergallo e Andrea Begnini, che ne curano anche i testi, oltre a Paolo Serra, che vedrà sul palcoscenico l’istrionico e sempre divertente attore genovese, impegnato in questo caso a sondare e porsi domande sul mondo creativo di idee del genere umano: concepimento, gestazione, nascita, sviluppo, consolidamento e distacco felice delle idee.
Lo spettacolo è un progetto di liberazione della creatività che offre una piattaforma sorgente di idee, spunti, format, pezzi, cazzeggi e frammenti aperti alla conoscenza e allo sviluppo di chiunque voglia prenderne parte. Nella sua versione teatrale, Open Source propone un divertente momento di condivisione e di riflessione sulla produzione artistica di Alessandro Bergallo degli ultimi vent’anni: pezzi, canzoni e riflessioni aperte che il pubblico contribuisce dal vivo a generare e a cui può liberamente attingere per sviluppare idee o cambiare il corso della serata.
Dalle prime esperienze con i Cavalli Marci al tormentone televisivo di Grazie, Signore Grazie…, dagli spettacoli con il Teatro della Tosse fino al percorso personale di teatro, divulgazione e formazione, l’evento propone un interessante esperimento di nascita e condivisione delle idee e di un originale modo di fare spettacolo. Divertimento assicurato e soprattutto ogni serata un vero e proprio show unico e irripetibile, dove il pubblico presente in sala sarà non solo spettatore, ma anche protagonista, quasi coautore e comunque partecipe delle improvvisazioni di Bergallo, sempre più teso a cercare una sua dimensione attoriale, personale e diversificata, non legata necessariamente alle sue esperienze teatrali, che in questi anni lo hanno fatto conoscere al grande pubblico, in Riviera in particolare con la felice collaborazione con “LIBER theatrum” a Perinaldo e ai Giardini Hanbury.
 
Proprio con “LIBER theatrum” è fissato il secondo appuntamento di “TeaLtro” in programma sabato 27 gennaio a ingresso libero e gratuito, con il nuovo spettacolo Ridere rende liberi in occasione delle celebrazioni della Giornata della Memoria. 
Si proseguirà quindi sabato 17 febbraio con l’attesissimo Giovanna D’Arco, ‘A Santuzza, per la regia di Aldo Rapè.