Edizione numero 41 per la storica rassegna dedicata alla canzone d’autore: dal 19 al 21 ottobre torna anche quest’anno a Sanremo il Premio Tenco, con tre serate d’eccezione che vedranno protagonisti gli artisti vincitori del prestigioso premio e quelli che hanno ottenuto le targhe Tenco dal voto di una giuria di giornalisti. Da Vinicio Capossela a Massimo Ranieri, da Carmen Consoli a Brunori Sas passando per il fado portoghese di Camané, Sergio Cammariere, Ex-Otago e tantissimi altri già in cartellone e altri che si aggiungeranno all’ultimo minuto, e a sorpresa, come da tradizione della Rassegna italiana più prestigiosa e longeva della musica d’autore.

Oltre all’attenzione ai generi, alla qualità, alle tematiche, alla valorizzazione del patrimonio culturale musicale e all’espressione artistica musicale dei cantautori del panorama nazionale, con uno sguardo sempre rivolto allo scenario internazionale, quest’anno si è scelto di convogliare tutte le credenziali nel grande argomento delle Terre di mare, in tutte le sue declinazioni: dall’accoglienza, alla poeticità, ai ricorsi storici e alle tradizioni. Una scelta che ha caratterizzato tutte le iniziative del Club Tenco del 2017. “Il cast è stato scelto in base al tema Terre di Mare – spiega il responsabile artistico Sergio Secondiano Sacchi – Trattandosi di una rassegna basata su un progetto e non su una semplice sfilata di cantanti, e volendo disegnare una mappa delle realtà musicali legate alle culture marinare più rappresentative, e non solo a quelle italiane, la costruzione del cast è diventata quasi automatica. Si tratta di una manifestazione che scava nella storia, nella geografia e nel mito e con la scelta dei vari interpreti si è voluto andare in variegate direzioni stilistiche, dalla canzone popolare al rock, amalgamando la lingua italiana ai vari dialetti. Si traccia così un profilo abbastanza articolato della ricca storia della nostra canzone d’autore che è fatta di tradizione e di sperimentazione, sia musicale che poetica”.

Tre sono i nomi sul podio quest’anno, si tratta di Vinicio Capossela, Camanè – artista di fado portoghese – e Massimo Ranieri. “Abbiamo assistito nel dopo Tenco del 1989 alla partenza del suo viaggio – sono le motivazioni del Club Tenco per il conferimento del premio 2017 a Vinicio Capossela – Un viaggio nella storia della musica e dell’uomo, nella geografia dell’anima e del mito inseguendo le suggestioni di correnti marine. Ci ha portato nei porti di Livorno, Amburgo, Atene, ha esplorato musiche di mare come il Rebetico, la Mona, il Tango, la Taranta, si è immerso nel libro di Melville e nel racconto di un viaggiatore come Céline. Il Premio Tenco non poteva essergli assegnato che nell’edizione intitolata alle terre di mare“.

E di mare, e intorno al mare, avranno a che fare tutte le iniziative e gli artisti di questa edizione, tra cui Claudio Lolli, vincitore della targa per il miglior disco, e ancora Brunori Sas, La Stanza di Greta, Ginevra di Marco, Canio Loguercio e Alessandro d’Alessandro. Non mancheranno gli eventi collateriali alla tre giorni, tra cui diverse mostre e un interessante convegno dal titolo “cantautori a scuola”, che avrà come filo conduttore la possibilità di portare la canzone d’autore tra i banchi come materia di studio, proposta con cui ha già avuto a che fare il ministro Franceschini. Il programma, così come presente sul sito del Premio Tenco, è il seguente:

Giovedì 19 ottobre, ospite d’eccezione sarà la cantantessa Carmen Consoli. Si partirà, come annunciato, con i vincitori delle TARGHE TENCO 2017: Brunori Sas, Ginevra Di Marco, Lastanzadigreta, Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro e I musicisti di Lolli. 

Venerdì 20 ottobre sarà la volta dei Premio Tenco come operatori culturali, Massimo Ranieri che si esibirà con L’Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta da Mauro Pagani e Camané. Quindi, Juan Carlos Flaco Biondini, i giovani e poliedrici Dinatatak,Massimo Priviero e Peppe Voltarelli.

Sabato 21 ottobre sul palco, il Premio Tenco artista dell’anno, Vinicio Capossela, poi Alessio Arena, Gualtiero Bertelli, Sergio Cammariere, Ex-Otago, Bobo Rondelli.