Al Festival di Sanremo 2018 si corona un sogno per Alice Caioli e Leonardo Monteiro, i due giovani approdati alla gara delle Nuove Proposte dopo essere stati selezionati da Area Sanremo, il concorso che, di concerto con il Comune di Sanremo e la Fondazione Orchestra Sinfonica, sostiene, forma e individua dal 2011 due giovani artisti emergenti dando loro la possibilità di esibirsi sul palco dell’Ariston durante il Festival della canzone italiana, gareggiando per il titolo di vincitore della sezione giovani.

Per il primo anno, nel 2017 Area Sanremo ha proposto l’iniziativa del tour, 107 tappe in tutta Italia finalizzate a individuare i protagonisti del percorso che, negli ultimi mesi dell’anno, ha portato alla selezione conclusiva di 8 ragazzi, e all’ulteriore step di Sarà Sanremo in cui solo due anno avuto accesso al Festival numero 68.

«Ringrazio tutti i ragazzi in concorso – ha detto Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo  – vi ho seguito e mi complimento con tutti, come con coloro che lavorano per Area Sanremo. Un saluto speciale va inoltre a Mario Volanti, di Radio Italia, che ci ha sempre supportato».

«La fondazione concede i suoi professori d’orchestra al Festival – ha ricordato Maurizio Caridi, che della Fondazione Orchestra sinfonica è presidente – volevo ringraziare soprattutto loro, che si stanno impegnando con orari che vanno ben oltre il normale orario di lavoro. Oggi presentiamo Area Sanremo 2018, fra pochi mesi ripartiremo con il progetto che è al quarto anno dal punto di vista organizzativo, siamo partiti 3 anni fa con 300 iscritti e siamo arrivati all’edizione 2017 con più di 2000 partecipanti, è stato un lavoro enorme che ha prodotto un ottimo risultato: siamo stati in 107 piazze italiane, abbiamo visto tantissimi talenti raccontare la propria esperienza artistica, in un cammino entusiasmante».

La soddisfazione dell’organizzazione si accompagna a un incremento della presenza sul territorio di Area Sanremo, che in febbraio ha inaugurato le nuove iscrizioni per le fasi regionali che caratterizzeranno il nuovo tour, da aprile a febbraio, in un percorso solido, come confermano i due giovani artisti selezionati per il Sanremo 2018.

«Credo sia uno dei percorsi più puliti e sinceri che ho potuto fare a livello artistico – conferma la Caioli – lo consiglierei a tutti, ti permette di essere te stesso in tutto, nessuno ti condiziona né ti dice come devi essere e apparire. Arrivare a Sanremo attraverso questo canale è appagante, mi sento parte di una grande famiglia di professionisti».

Dello stesso parere Monteiro: «grazie a persone che mi vogliono bene ho iniziato questo percorso per gioco ed è stata bellissima l’unione che si è creata tra musicisti cantautori e compositori che avevano qualcosa da dire. È stato prima di tutto bello, poi chiaramente ognuno lo vive con un tipo di competizione diversa. Ricordo con piacere i corsi di formazione che ci hanno tenuto artisti che lavorano in questo ambiente da un sacco di tempo, per noi è stato un grande valore aggiunto. Area Sanremo è un percorso che ha messo in gioco la mia autostima, e ho del rammarico per tutti i talenti restati indietro e che avevano qualcosa da raccontare, posso solo augurare loro di non smettere mai di sognare, e consiglio a tutti di fare un percorso del genere, è davvero forte e mette in gioco diversi aspetti del carattere».