Area Sanremo è l’unico concorso-accademia che apre le porte del Festival della Canzone Italiana ad alcuni fra i vincitori, offrendo loro la possibilità di gareggiare nella categoria “Nuove Proposte”. Ieri è avvenuta la premiazione presso il Teatro del Casinò.

Gli 8 vincitori, selezionati tra 145 finalisti, hanno ricevuto i premi appositamente realizzati dal maestro orafo Michele Affidato e si fronteggeranno davanti alla Commissione Rai incaricata di sceglierne 2 per il Festival di Sanremo 2018. Ecco i nomi dei premiati: Andrea Maestrelli, Diego Esposito, Daniele Ronda, Leonardo Monteiro, Alice Caioli, Martina Attili, Manuel Foresta e Giorgia Pino.

Alla prima fase semifinale hanno partecipato circa 440 canditati, mentre alla seconda poco meno di 400 fra cantanti e gruppi. Da sottolineare che erano partiti in 2.900, ascoltati durante il tour di ben 104 tappe in tutta Italia. Tra i finalisti erano presenti talenti non solamente di nazionalità italiana, ma anche provenienti da Brasile, Bulgaria, Svizzera, Ucraina e una ragazza apolide, che lavora in un circo. E’ da citare in particolare Roberta Menzione, che ha giocato in casa: la cantante è di Sanremo.

Sono stati consegnati, inoltre, i riconoscimenti per il Contest Area Sanremo Tour Video Clip: prima classificata Jlenia Cervello, che si è aggiudicata anche il Premio Radio Italia (la radio ufficiale di Area Sanremo 2017), seconda Paola D’Alessandro e terza Yharon.

Nel 2017 la manifestazione, che si è svolta al Palafiori, è stata affidata per il terzo anno consecutivo all’Orchestra Sinfonica di Sanremo, una delle più importanti istituzioni culturali della Città dei Fiori. La Commissione di valutazione è stata presieduta dal giornalista e scrittore musicale Massimo Cotto e ne hanno fatto parte: il Direttore Artistico di Area Sanremo Stefano Senardi, il Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo Maurizio Caridi, il Direttore Artistico di Radio Italia Antonio Vandoni e il Responsabile Musicale di Radio Onda Ligure e speaker Maurilio Giordana. Per la finale la Commissione è stata integrata dal Direttore Editoriale di Rockol Franco Zanetti e dalla cantautrice Amara.

Area Sanremo non è solo una competizione, bensì un laboratorio artistico che funziona e produce qualità. I corsi sono interessanti e tenuti da esperti nei vari campi della musica: discografici, manager, editori, autori, vocal coach, logopedisti, direttori d’orchestra, arrangiatori e performer. I ragazzi hanno seguito con attenzione e non hanno esitato a chiedere informazioni e consigli.

Quest’anno è stata introdotta una novità: sono state allestite due postazioni in piazza Bresca, il salotto della movida, e in piazza Borea d’Olmo, proprio di fronte al famoso Teatro Ariston, dove i giovani (l’età minima per iscriversi ad Area Sanremo è 16 anni e quella massima 36) nei week-end delle audizioni si sono potuti esibire dal vivo e improvvisare delle jam session. Tale iniziativa si è rivelata un successo, una no-stop musicale dalle 20 a mezzanotte con 150 aderenti, che ha coinvolto cittadini e turisti.

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana

©Anna Maria Castellana