E’ stato un lungo viaggio quello affrontato quest’oggi dal trofeo consegnato ieri sera dal sindaco  Alberto Biancheri e dalla famiglia Tessitore alla capitana della squadra russa del Proton Balakov  per la vittoria nella 30° Sanremo International Cup, torneo internazionale per la 22° volta dedicato alla memoria di Dado Tessitore.Ben 3.200 km separano infatti tra la Città dei Fiori da Balakovo, località di circa 200.000 abitanti, nel Sud della Russia, non lontana dal Kazakistan. E’ la prima volta che una formazione di quel Paese iscrive il proprio nome dell’albo d’oro della manifestazione. Il Proton lo ha fatto al termine della finale-derby con il Leningradka San Pietroburgo (arbitri Giuliano Venturi ed Elisa Fretta di Torino, fischetti di serie A), altro team che in questa stagione prende parte alla Superleague, il massimo campionato russo. Il match, molto spettacolare, è stato a senso unico, con le ragazze di Roman Kukushkin sempre avanti nel punteggio: 3-0 il finale, in 1h e 33′ di gioco con i parziali di 25-22, 25-17, 25-14."Abbiamo fatto un lungo viaggio ed ora ce ne attende un altro prima del debutto in campionato, previsto già per mercoledì sera – hanno detto i dirigenti russi al termine della competizione -. Siamo però felicissimi di aver fatto questa scelta. A Sanremo abbiamo trovato un clima fantastico, ci siamo trovati meravigliosamente bene, abbiamo avuto un’accoglienza straordinaria, ci è stata riservata tanta attenzione. Di più non potevamo chiedere. Ci complimentiamo con l’organizzazione e speriamo di essere nuovamente invitati in futuro". Altissimo il livello di gioco, con il foltissimo pubblico (calcolabile in oltre 400 persone) presente a Villa Ormond, che ha manifestato il proprio gradimento con scroscianti applausi a più riprese. Per la formazione del Leningradka, che a sua volta è tornata oggi in patria dopo 20 giorni di ritiro in Italia, un po’ di amarezza, ma anche la soddisfazione, al quarto tentativo, di aver finalmente disputato la finale.Ci sono voluti cinque set invece per assegnare il terzo posto. Il derby-maratona tra due compagini italiane si è chiuso, dopo 5 set e 2h15′, in favore delle piemontesi dell’Ornavasso sulle toscane del Savino del Bene Scandicci.E naturalmente, prima che calasse definitivamente il sipario su un’altra memorabile edizione del torneo Sanremo Cup Tessitore, si è tenuta la cerimonia di premiazione, nobiltata dalla presenza di numerose autorità: Lupetta e Giuseppe Tessitore in rappresentanza della famiglia Tessitore; il sindaco Alberto Biancheri, l’assessore Eugenio Nocita ed il consigliere comunale Francesca Antonelli per il Comune di Sanremo; il presidente regionale Anna Del Vigo con i consiglieri Renzo Grippino e Daniele Lavagna, ed inoltre il presidente del comitato di La Spezia Franco Bocchia, per la Federazione Pallavolo; Deliana Misale quale delegata della Lilt; Cesare Fagnani (vicepresidente Nlps), Daniela Bordoli (direttrice Scuola di Pallavolo Mazzucchelli) ed Angela Soldi Reggiani con la figlia Sara in rappresentanza della pallavolo sanremese. Ed ovviamente Enrico Chiavari, nella sua duplice veste di presidente della Nlp Sanremo (sodalizio che ha organizzato l’evento) e n° 2 del comitato ligure Fipav.Oltre ai premi di classifica per le squadre, molteplici sono stati i riconoscimenti individuali. Ed oltre a coppe e trofei, sono stati consegnati fiori di Sanremo dell’azienda Viglietti, oggetti ricordo, prodotti cosmetici Mediterranea, prodotti tipici offerti da Fratelli Carli e Costa Ligure, oggetti moda Genetic DonnaOro.Premi speciali a Paola Paggi e Simona Rinieri (la seconda anche testimonial del torneo) quali giocatrici più rappresentative (ex campionesse mondiali nel 2002 con la maglia azzurra e pluridecorate a livello internazionale), le olandesi Femke Stoltenborg e Lonneker Sloetjes dell’Ornavasso quali uniche reduci dal Mondiale terminato il 12 ottobre, Arielle Wilson e Hayley Spelman (Ornavasso) quali atlete che hanno fatto parte della selezione Usa in vista dei Mondiali (poi vinti dal team a stelle e strisce).A livello di gioco si sono messe in evidenza la cubana Silie Frometa Yusidei del Proton, eletta miglior giocatrice del torneo e premiata con la targa in memoria di Agostino Reggiani, Viktoria Zourpmenko (Proton, miglior servizio), Darja Rossomakhina (San Pietroburgo, miglior palleggiatrice), Ilaria Garzaro (Scandicci, miglior centrale), Neli Alisheva (204 cm, Proton, miglior schiacciatrice) e Maria Kupchinskaya (San Pietroburgo, miglior giocatrice di 2^ linea). Un premio supplementare per le ragazze e lo staff del Proton, cheieri hanno potuto concludere la trionfale giornata con una meritata festa al Casinò di Sanremo.Decisamente soddisfatti, a fine evento, sia Enrico Chiavari che il direttore tecnico Carlo Ferraro, i quali hanno incassato i complimenti unanimi di partecipanti ed autorità. Con la speranza di avere presto, come richiesto da tutti, una location più idonea per lo svolgimento della manifestazione.Per il resto, grande interesse hanno riscosso anche quest’anno le iniziative collaterali. Sette squadre hanno preso parte domenica 12 ai tornei giovanili Under 14 che hanno fatto da prologo alla Sanremo Cup (Trofeo Franca Mazzuccehelli a carattere femminile e Torneo dell’Amicizia maschile), mentre ben 70 sono stati gli allenatori che hanno partecipato al corso di aggiornamento tenuto nella mattinata di sabato 18 da Ettore Guidetti, head coach del’Ornavasso. Infine, ieri mattina, si è svolta anche la consulta regionale, con 15 dirigenti dei comitati periferici ligure della Federvolley riuniti in conclave.Da segnalare che, nello stesso scenario che ha ospitato la tre-giorni di torneo, nella serata di ieri la prima squadra della Nlp Sanremo, allenata da Claudio Enotarpi, ha brillantemente esordito nel campionato regionale di serie D femminile superando 3-1 il Cogoleto Volley.La Sanremo International Cup si è disputata sotto l’egida della Federvolley, con il patrocinio di Coni Liguria e Lega Pallavolo Serie A femminile, supportata dall’Assessorato al Turismo del Comune di Sanremo, dall’Assessorato allo Sport della Regione Liguria e dalla Famiglia Tessitore.Un doveroso ringraziamento va rivolto ai partner della manifestazione: Casinò Sanremo, Laboratorio Farmaceutico Ct, Roburex, Fratelli Carli, Mediterranea, DonnaOro, Generali Assicurazioni. 

Riepilogo risultati:

Venerdì 17
Ornavasso-Leningradka San Pietroburgo 3-1 (25-15, 25-15, 19-25, 25-19)
Scandicci-Proton Balakovo 3-1 (13-25, 25-20, 25-21, 25-21)

Sabato 18
Proton-Ornavasso 3-0 (25-17, 25-11, 25-16)
Leningradka-Scandicci 3-1 (25-16, 17-25, 25-14, 25-21)

Domenica 19
finale 3/4° posto: Ornavasso-Scandicci 3-2 (25-15, 23-25, 26-24, 24-26, 15-10)
finale 1/2° posto: Leningradka San Pietroburgo 3-0 (25-22, 25-17, 25-14)