Nei prossimi giorni Sanremo sarà la città regina della classe Dragoni. Ospiterà infatti , con l’organizzazione dello Yacht Club Sanremo, due settimane di regate di altissimo livello: l’Italian Dragon Cup che è ospitata dalla città dei fiori per la settima volta e il Gazprom International European Dragon Championship.
Sono quasi 100 gli iscritti ad oggi, provenienti da ben 22 Paesi, tra i quali spiccano presenze extraeuropee come Antigua , Emirati Arabi Uniti, Stati Uniti, Australia, Hong Kong. Sono decisamente molti i velisti di rango, tra questi medaglie olimpiche, Mondiali e timonieri di Coppa America. Quest’anno la classe dragoni compie 85 anni e non li dimostra, rimane infatti la classe più sviluppata e viva al mondo. La barca è nata dalla matita di Jhon Arker su commissione di un armatore Norvegese, che voleva una barca agile ma abitabile per i suoi figli. Il progetto risultò talmente ben riuscito che prese rapidamente piede in tutta Europa e si diffuse in tutto il mondo. Costantino di Grecia attuale presidente della classe ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Roma corse nelle acque di Napoli nel 1960. Una nota di colore: il colpo di cannone che darà il via alle regate quest’anno è lo stesso che venne utilizzato a Napoli in occasione della vittoria del Re.I partner principali di questa manifestazione sono Gazprom International, BMW e Paul&Shark, Ulysse Nardin che con la gioielleria Abate ha creato un orologio dedicato alla manifestazione. Il Royal Hotel che ospita il comitato e che sarà la sede della cena di gala, Porto Sole in cui spazi verranno ospitate le barche in arrivo e le gru di alaggio. Ma un particolare ringraziamento va questa volta a tutte le categorie commerciali e sociali di Sanremo che assieme al Comune ed alla Capitaneria si sono unite agli sforzi organizzativi dello Y.C.S. In città soggiorneranno oltre 500 tra velisti allenatori e accompagnatori che saranno ospiti, per oltre 15 giorni, mentre molti di loro sono già da tempo presenti per gli allenamenti.