Novità in Regione per il turismo sostenibile e il progetto della ciclovia tirrenica da Ventimiglia al Lazio. Lo scorso weekend l’assessore turismo Gianni Berrino ha partecipato a Pisa alla due giorni dedicata a “Mobilità e turismo sostenibile”, evento organizzato nell’ambito del progetto “Intense” Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020. “Il progetto – ha spiegato Berrino – ha come obiettivo lo sviluppo di un turismo sostenibile attraverso la definizione di un itinerario turistico transfrontaliero che unisca la Toscana alla Provenza, anche in connessione con la realizzazione di una ciclopista tirrenica e con la Via Francigena, il cui unico sbocco al mare è in Liguria”.

La Liguria è partner del progetto, che ha come capofila la regione Toscana e come partner il Parco Montemarcello Magra, interessato dalla realizzazione di alcune piccole opere infrastrutturali. “Pensiamo che la promozione del turismo ciclabile ed escursionistico, che ha migliaia di appassionati in Italia e in Europa, sia una grande opportunità per la Liguria – ha confermato l’assessore – avviare sinergie tra regioni limitrofe, come prevedono i progetti transfrontalieri, è un valido strumento per fare rete tra territori e ampliare così le possibilità di attrazione di flussi turistici tematici. Nel caso di Intense, inoltre, la presenza di aree naturali protette, beni culturali e archeologici rappresenta il valore aggiunto del territorio ligure, della Toscana, del PACA, della Corsica e della Sardegna”.

Nell’ottica della cooperazione transfrontaliera, negli stessi giorni a Mentone ha preso il via il progetto europeo Edu-Mob, che ha per obiettivo la realizzazione di tratti di pista ciclabile in Liguria. La Regione Liguria è capofila, in collaborazione con il dipartimento delle Alpi Marittime, partner francese, di un progetto che guarda alla mobilità sostenibile e che prevede non solo la realizzazione di tratti di pista ciclabile nei Comuni di Ventimiglia, Vallecrosia e Bordighera, ma anche iniziative di comunicazione sul tema.

“In Liguria il progetto Edu-Mob è particolarmente interessante – ha spiegato l’assessore regionale Giacomo Giampedrone – e rappresenta un altro tassello da aggiungere al quadro più generale della ciclopista tirrenica e del completamento della rete ciclabile ligure nei suoi 870 km. Con questo progetto, la Regione può aggiungere un ulteriore milione agli investimenti già attivati per realizzare altri tratti di pista ciclabile, in particolare nei Comuni di: Ventimiglia, Bordighera e Vallecrosia”.

Sembra dunque che il futuro per il turismo ligure si presenti sempre più green e a due ruote, con una forte attrattiva che, nei progetti, inciderà in maniera significativa sull’arrivo di turismo dalle regioni confinanti e dall’estero.