L’amicizia e la vicinanza culturale e storica tra i borghi medievali di Gorbio, nell’entroterra di Mentone e Dolceacqua, in val Nervia, si è ufficializzata nella firma del gemellaggio. Proprio in onore di questo appuntamento si era tenuta un’esposizione collettiva e itinerante tra i due paesi di artisti dolceacquini e di Gorbio durante la scorsa estate. Michel Isnard, sindaco di Gorbio, insieme ai suoi consiglieri, ha ricevuto la nutrita delegazione di Dolceacqua composta dal sindaco Fulvio Gazzola e  dai consiglieri Andrea Raimondo, Giovanni Cammareri, Jamila Chilà, Paolo Alberton e dai presidenti della Us Dolceacqua, Pasqualino Riccetti, e del Centro Culturale e Ricreativo, Giovanni Renato Gamalero, e dei suoi due vice Simonetta Tornatore e Ivano Anfosso nonché da numerosi artisti dolceacquini.
Il sindaco francese  ha presentato le bellezze del paese, il castello dei Lascaris che ospitava la collezione artistica dolceacquina non tralasciando la visita tra le  bancarelle della festa della “Branda” (della grappa) dove si potevano ammirare in funzione due alambicchi, uno per la distillazione della grappa e l’altro della lavanda. Dopo il pranzo, al pomeriggio, sotto lo storico olmo al centro del paese i due sindaci hanno posto le loro firme sul documento che ha sancito il gemellaggio.