Nuovo appuntamento per “Claque”, la stagione teatrale de “Lo spazio vuoto” di Imperia. Domenica 19 febbraio alle 17.30 la sala Pinter del teatro ospiterà Erica Giovannini e Francesco Campanoni in “La stessa luna”, spettacolo cui sarà affiancata un’esposizione di disegno di Campanoni.

Sul palco, due magnifici attori e danzatori e il loro multiforme talento per uno spettacolo ispirato al libro “Quando l’imperatore era un Dio”, di Julie Otsuka. La storia è una pagina poco nota dell’America anni Quaranta, quando gli immigrati giapponesi negli Stati Uniti erano considerato nemici in patria. Famiglie  smistate, uomini mandati in campi di rieducazione nel deserto, donne e bambini in luoghi diversi. A raccontare il dramma, tre personaggi che si alterneranno sulla scena: la madre, un figlio e una figlia, che abitano e vivono spazi e stagioni differenti.

Costretti a lasciare la propria casa, i personaggi attraversano gli Stati Uniti in treno, fino a giungere alla baracca nel campo dove sono stati indirizzati, nel deserto dello Utah. In un tempo che mescola realtà, ricordo e sogno riusciranno poi a fare ritorno a casa, ricongiungendosi con il marito e padre.

Nonostante la drammaticità della vicenda in scena, dominano la poesia, la grazia e la leggerezza: è la musica a sdrammatizzare, accompagnata dalla trascinante danza che trasfigura gli oggetti. E così il tavolo, percorso dagli attori, diventa di volta in volta treno, baracca, deserto. “Una storia di ogni tempo, profonda, libera e leggera , che trasforma perfino il terrore” così ha definito “La stessa luna” Cartacci.