Nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018, Cervo dedica un’intera giornata all’arte e al territorio con due incontri importanti, preludio per il settimo appuntamento della rassegna letteraria Cervo in blu…d’inchiostro con Marco Bobbio.

La giornata di sabato 3 marzo si articolerà in un doppio appuntamento, il primo alle 10.30 a Palazzo Viale/Citati, appartamento nobile. Grazie al progetto Arte in rete, che ha visto la collaborazione tra diverse scuole di Imperia, sarà inaugurato il restauro della Natività di Francesco Carrega. Il progetto ha previsto una forma di volontariato per la comunità (service) e apprendimento (learning): due idee forti e fuse in un metodo didattico che ha ottenuto grandi risultati e che ha visto l’Istituto Ruffini di Imperia finalista a livello nazionale. I ragazzi del Ruffini – insieme ai coetanei del Liceo Vieusseux e guidati dal prof. Franco Gorlero – si sono fatti parte attiva a favore del borgo di Cervo, dipingendo e vendendo alcuni quadri. Con il ricavato, gli studenti del Liceo Artistico hanno poi restaurato l’affresco del Carrega coordinati dalla  prof. Francesca Rutigliano, con la supervisione della Sovrintendenza alle Belle Arti di Genova (dott. Alfonso Sista) e dell’esperta di Arte prof. Maria Teresa Verda Scajola.

L’evento ha ottenuto il marchio dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 promosso dal Ministero dei Beni culturali e la possibilità di usare lo slogan ufficiale europeo “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro” e, sui social media, gli hashtag europei #Europeforculture, #sharingheritage e quello italiano #Patrimonio2018.

Alle 11.30 ci si sposterà al Castello dei Clavesana per l’inaugurazione del Punto FAI. Il Comune di Cervo ha infatti stipulato una convenzione con il FAI sezione di Imperia, che individua nel Castello dei Clavesana (XIII secolo) – sede dell’ufficio IAT, del Museo Etnografico del Ponente Ligure  e della mostra “Donne di Liguria” –  punto di promozione FAI, dove i turisti potranno trovare ogni forma di pubblicità e potranno usufruire dell’opportunità di scriversi al  Fondo Ambiente Italiano.

Nel 2013 Cervo è stata sede della giornata FAI di Primavera e il Borgo, ricco di storia, di arte e di cultura, continua così a promuovere l’educazione e la sensibilizzazione della collettività alla conoscenza, al rispetto e alla cura dell’arte e della natura e l’intervento sul territorio in difesa del paesaggio e dei beni culturali italiani. Interverrà  l’architetto Carmen Lanteri, Capodelegazione FAI di Imperia.