SANREMO – Il 9 dicembre, al Teatro dell’Opera del Casinò, alle ore 16.30, nell’ambito della rassegna "Martedì letterari", si svolgerà un pomeriggio dedicato all’opera del pittore e poeta Farfa, al secolo Vittorio Osvaldo Tommasini. La conferenza si svolge in collaborazione con il museo Mart di Rovereto, il Circolo degli Artisti di Albissola e con la Fondazione Centofiori di Savona. Verrà presentata la mostra, con relativo catalogo, “Immaginazione a 100.000 volts-Vittorio Osvaldo Tommasini, il Farfa dal mondo a Sanremo" a cura di Federica Flore, storico dell’arte. Durante il pomeriggio verranno mostrate opere inedite, lette poesie, proposte musiche e proiezioni. Farfa, pseudonimo di Vittorio Osvaldo Tommasini (Trieste, 10 dicembre 1879-Sanremo, 20 luglio 1964), è stato un pittore, poeta e fotografo italiano. Protagonista del Futurismo (attivo a Trieste, Torino, Savona – abitava in via Istria, in un misero bilocale – e Sanremo), come cartellonista, ceramista, fotografo e poeta. È stato autore di coloratissime cartopitture e di libri dal carattere bizzarro. Dalla fine degli anni Cinquanta fu riscoperto dai surrealisti (Arturo Schwarz, Enrico Baj) e da altri protagonisti dell’avanguardia (Asger Jorn). È stato inserito da Edoardo Sanguineti nella sua "Poesia italiana del Novecento" e da Glauco Viazzi ne "I poeti del Futurismo 1909-1944". Morì il 20 luglio 1964, all’Ospedale Civile di San Remo, dopo essere stato investito da un veicolo a motore. Farfa è sepolto al Cimitero della Foce a Sanremo.