A seguito delle celebrazioni per il cinquantenario del museo Matisse, si è inaugurata, una mostra dedicata al pittore e al suo rapporto con Nizza, detto periodo nizzardo (1917-1929) attraverso il tema delle odalische per mezzo delle sue opere. Infatti la mostra si intitola Henri Matisse: ‘Nice, le rêve des odalisques’. 
Era il 1921 quando Matisse si installò a Nizza al numero uno di piazza Charles Félix su corso Saleya, dove fece sua l’interpretazione del tema delle odalische dipinte su una serie di litografie, oltre che essere un ritorno sorprendente del pittore alle arti figurative, dopo l’approccio al fauvismo del 1905. Con queste opere viene fuori una emanazione delle atmosfere incontrate da Matisse in Algeria e in Marocco, dove viene fuori un personaggio femminile in cui la plasticità del corpo viene totalmente rivoluzionata, ossia la struttura del modello incontra la scultura. All’esposizione che avrà fino al 29 settembre 2014, si potranno ammirare disegni, litografie, sculture, opere e oggetti personali e tanto altro ancora, oltre alle pitture utilizzate per creare i quadri delle odalische.
Questa esposizione riunisce opere provenienti da musei importanti come il MoMA di New York, il Kunstmuseum de Solothurn, il Centro CCI/Georges Pompidou, i Balletti di Monte Carlo e tanti altri.