E se un festival di letteratura per ragazzi si svolgesse… in mare? È quanto accadrà dal 18 al 21 marzo per aMare Leggere, l’evento promosso da Leggere:Tutti in collaborazione con Grimaldi Lines, l’Istituto Italiano di Cultura e la Casa degli Italiani di Barcellona e dedicato ai più giovani. Una nave porterà classi scolastiche e insegnanti da Civitavecchia a Barcellona e ritorno, per un viaggio ricco di incontri, letture, teatro e cinema, che proseguiranno anche una volta scesi a terra nella città di Gaudì.

Imperia, con l’Istituto Ruffini, ha l’onore e il vanto di essere l’unica città in tutta la Liguria a partecipare all’evento, grazie all’impegno della professoressa Francesca Rotta Gentile, che da anni si fa portavoce di iniziative culturali, promuovendo importanti rassegne come Cervo ti Strega, stringendo collaborazioni con premi letterari di livello nazionale come il Campiello e invitando molti grandi nomi della cultura e del mondo dell’editoria in provincia di Imperia.

Il progetto aMare Leggere avrà una connotazione internazionale, non solo per la rotta verso la Spagna, ma perché con una scuola italiana di Barcellona l’Istituto Ruffini ha stretto un gemellaggio culturale, all’insegna della scommessa che apprendimento e impegno possano passare anche attraverso l’esperienza di una crociera. L’idea nasce nella culla della biblioteca scolastica dell’Istituto, da un’intuizione della prof.ssa Francesca Rotta Gentile. Le classi pronte a partecipare alla crociera sono diverse prime, nell’idea di avvicinare i più piccoli ai libri in modo piacevole e in un contesto speciale.

A bordo della nave classi e insegnanti che potranno approfittare della prestigiosa presenza di scrittori, registi, giornalisti, attori nonché chef provenienti dai paesi del bacino del Mediterraneo. Tra i nomi a bordo, l’autrice somala Cristina Ali Farah, la serba Elvira Mujcic e il libanese Haidar Hafez,   candidato al Premio  Nobel per la Pace con il libro Le Mille e una notte. Ma anche l’italiana Andrea Marcolongo, autrice del caso editoriale La lingua geniale, 9 ragioni  per amare il greco.

Un’occasione per parlare di Mediterraneo, al MareNostrum la scrittrice Agnese Palumbo e il regista Massimo Piccolo dedicheranno infatti una performance di parole, musica e immagini. A bordo non mancheranno le presentazioni di libri, come per esempio quella in compagnia di Guia Risari, finalista al Premio Strega Ragazzi, che presenterà il suo ultimo libro Il viaggio di Lea con letture ad alta voce degli studenti del Ruffini, indirizzo agrario , geometri e commerciale. Di particolare interesse sarà una retrospettiva letteraria e cinematografica sul premio Nobel Albert Camus curata da Gianni Zagato, mentre sempre per la settima arte, in nave sarà proiettato film di Gianni Amelio Il primo uomo, tratto dall’omonimo libro. Presente in crociera anche lo scrittore e giornalista Ennio Cavalli che si occuperà del laboratorio “Da grande voglio fare…il giornalista” presentando il suo libro I gemelli giornalisti sempre in viaggio.

“l’Istituto Ruffini è l’ unica scuola della Regione Liguria  ad avere aderito  a questa iniziativa  – spiega il Provveditore agli studi della Provincia di Imperia, Franca Rambaldi – si tratta di un’occasione nazionale e internazionale di alto valore culturale e prestigio  che ha l’obiettivo di far crescere l’interesse per i libri associando l’emozione del viaggio a momenti di approfondimento e di dibattito puntando sul coinvolgimento die ragazzi”.

“Vediamo sempre con favore l’approccio alla cultura quando passa attraverso  esperienze globali e gradevoli – ha dichiarato il dirigente scolastico Giovanni Poggio – una delle caratteristiche del nostro istituto è proprio l’approccio concreto, e nella nostra tradizione anche il rapporto con istituti scolastici stranieri rimarca la dimensione internazionale che oggi è necessaria per i ragazzi in una società globalizzata. Il gruppo di alunni coinvolti con le loro insegnanti, le prof. Francesca Rotta Gentile, Patrizia Massano e Antonia Rosaria Florio vivrà non solo un viaggio indimenticabile, ricco di stimoli, ma anche un gemellaggio culturale con alcune classi prime della scuola italiana di Barcellona guidate dalla prof. ssa Luisa Merli presso la sezione culturale dell’ Ambasciata d’Italia a Barcellona”.

In attesa di salpare, intanto, i ragazzi si stanno preparando all’avventura sul mare con un blog pronto a raccontare sul web le loro esperienze e con tante letture.