SANREMO – Mentre la giuria tecnica sta vagliando le quasi cinquanta sillogi partecipanti alla sezione “Poesia” del Premio Casinò di Sanremo Antonio Semeria tra cui verranno scelte, attraverso la giuria popolare, le tre finaliste, è stato prorogato il termine ultimo per partecipare alla sezione “Narrativa”. Gli elaborati dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2016. Il tema è "La magia di un soffio di mare". Il premio, che si inserisce nella tradizione letteraria più che centenaria della casa da gioco, si raccorda con i “Martedì Letterari”. Il tema del mare, particolarmente accattivante, ben si coniuga con la tradizione e la storia del territorio ligure e della Riviera dei Fiori. Presiede il premio la scrittrice Antonia Arslan. Il bando si può trovare anche sul sito del Casinò www.casinosanremo.it. Verranno scelti dalla giuria, se individuati, tre finalisti per sezione, che presenteranno il loro lavoro in due diversi appuntamenti dei "Martedì Letterari". La giuria popolare dei "Martedì Letterari", appositamente creata tra gli affezionati frequentatori, selezionerà con votazione a maggioranza a scrutinio segreto le opere vincitrici per la sezione “Poesia” e per la sezione “Narrativa”. I vincitori delle due sezioni dovranno personalmente ritirare il premio, che consiste in coppa, attestato e pubblicazione dell’opera. Non vi saranno ex aequo. La giuria tecnica si riserva di indicare premi speciali al più giovane partecipante e all’opera che rappresenterà l’anelito internazionale della città di Sanremo. Verranno comunicate successivamente le date delle cerimonie di premiazione che si svolgeranno a Sanremo. Il premio è dedicato al commercialista Antonio Semeria, morto nel 2011 a 65 anni. Nato a Sanremo nel 1945, si è laureato in Economia all’Università di Genova. Ha iniziato la propria carriera presso la Costa Crociere di Genova con Angelo Costa, allora presidente della Confindustria. Dedicatosi alla libera professione di dottore commercialista, è diventato consulente societario e tributario di importanti gruppi finanziari ed industriali italiani e stranieri. È stato assessore al Comune di Sanremo, presidente del Casinò e presidente di Area 24. Particolarmente legato alla storia della sua terra, ha fondato la casa editrice Cemelion.