Al via oggi la 52esima edizione del Salone Nautico Internazionale di Genova: la manifestazione conferma la sua leadership: 900 gli espositori presenti, oltre 1.400 le barche esposte su una superficie di oltre 200mila mq fra quattro padiglioni, ampie aree all’aperto e due marine attrezzate in un layout rinnovato.
Questa mattina la cerimonia di inaugurazione, alla presenza del viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Mario Ciaccia. Per la prima volta gli imprenditori della nautica presenti al Salone Nautico Internazionale di Genova non parteciperanno alla cerimonia per esprimere lo stato di profonda prostrazione del comparto che vede il mercato nazionale sostanzialmente azzerato e la perdita di 20.000 posti di lavoro.
Gli industriali presenti invece alla successiva assemblea pubblica “La nautica e il governo” prevista al posto dei tradizionali discorsi inaugurali e incentrata sui temi dello sviluppo.
“Stella Maris”, 72 metri di Viareggio Superyacht, sarà la regina del Salone.
Con GenovaInblu e la città si apre ai visitatori del Salone.
E’ stata presentata oggi presso la sede della Camera di Commercio di Genova la cinquantaduesima edizione del Salone Nautico Internazionale, in programma alla Fiera di Genova da sabato 6 a domenica 14 ottobre.
Gli espositori presenti saranno 900, numero che supera le previsioni di quest’estate, a conferma della grande volontà delle imprese della nautica. Le barche esposte saranno oltre 1.400 su una superficie complessiva di esposizione è di 200 mila metri quadrati.
Il Salone di Genova conferma la sua posizione di evento di riferimento per la nautica internazionale, pur in un quadro economico profondamente diverso da quello di qualche anno fa, specie per quanto riguarda il mercato italiano ed europeo.
Per le aziende, italiane e straniere, duramente impegnate nel mantenimento dei propri livelli di produzione e occupazionali e sempre più rivolte alla conquista di nuovi mercati, specie esteri, la manifestazione genovese vuole riconfermarsi quale piattaforma efficace per la presentazione di novità e per il rafforzamento del rapporto con operatori e pubblico.