La pista ciclopedonale si è fatta più bella per il Festival della Canzone di Sanremo. In occasione di questa settimana, in cui i riflettori di tutti gli organi di informazione nazionali ed internazionali sono puntati su Sanremo, il cda di Area 24 presieduto da Giuseppe Argirò ha predisposto una serie di interventi per rendere sempre più accogliente il parco costiero del ponente ligure.

Nei giorni scorsi infatti una squadra di giardinieri ha effettuato un accurato decespugliamento, in tutta la zona di Sanremo ed in quella di Ospedaletti, prestando cura per le aiuole e tutti gli angoli verdi a contorno della pista, che proseguirà in maniera attenta e precisa anche per tutta la durata del Festival per garantirne un costante decoro e pulizia. Ormai da diversi mesi la manutenzione delle aree verdi della pista ciclopedonale è in continuo crescendo, senza dimenticare lo straordinario intervento di realizzazione delle nuove aiuole lungo il tratto che attraversa Ospedaletti.

Oggi chi giunge ad Ospedaletti scopre con stupore che il fronte mare per tutto lo sviluppo del centro abitato è abbellito con palme da datteri di oltre 6 metri di altezza e stupende Cycas revoluta che superano i  2 metri. Si tratta di esemplari  unici e scelti dal Cda di Area 24 per fare della passeggiata uno splendido "boulevard" dal sapore della bella Epoque, quando Ospedaletti ospitava regnanti d’Europa ed era una perla turistica della Riviera.

La scelta di piante così imponenti, belle e preziose è un forte messaggio culturale e un oculato messaggio ambientale, mirato a valorizzare il nostro patrimonio botanico come ricchezza e richiamo turistico. Il progetto ambientale di Ospedaletti, come per tutta la pista, evolve quindi verso il piacere del giardino mediterraneo d’acclimatazione, ma senza trascurare gli aspetti manutentivi e il risparmio energetico. Pertanto la scelta delle specie impiantate ha un occhio attento ai bassi consumi idrici con risparmi d’acqua e ai colori e profumi di un paesaggio mediterraneo – esotico unico come quello della Riviera di ponente. Sempre sul lungomare di Ospedaletti, dove non è mancato anche un arredo urbano di pregio con numerose panchine, è presente un’illuminazione che contribuisce a dare un effetto speciale alla passeggiata.