Bell’iniziativa quella dei Giardini Botanici Hanbury, con il patrocinio dei Comuni di Ventimiglia e di Bordighera,
che organizzano un convegno su Ludwig Winter,  creatore di celebri giardini della nostra riviera e maestro, nonché ispiratore, per molti altri giardinieri che ne hanno continuato l’arte e l’opera.
Il giovane Winter, nato nel regno di Prussia, figlio di un libraio dell’Università di Baden, mostrò da subito un grande amore per la botanica, studiando alla scuola di orticoltura di Potsdam. Dopo aver visitato la capitale francese durante l’Esposizione Universale del 1867, vi ci stabilì, trovando lavoro nei parchi delle Tuileries, ma con l’avvento della guerra franco prussiana, Ludwig decise di trasferirsi lontano da Parigi, giungendo nel sud della Francia, dapprima a Hyères, poi a Cannes dove progettò presso la ditta Huber un anemone, per la quale diventò famoso in tutto il continente, diventando così disegnatore di fiori.

Fu l’inglese Thomas Hanbury, che con l’intento di costruire il suo Giardino Botanico, lo convocò alla Mortola, dove Winter rimase per cinque anni, facendo giungere piante dall’Oceania e dall’America. Nel 1874 il giardiniere si trasferì a Bordighera, rimanendo quindi sul suolo italiano, introducendo la coltivazione della rosa “Sarfano” e la Marie Van Houtte. Negli anni a seguire si dedicò al giardino “Vallone del Sasso”, ricco di piante tropicali, ai giardini dell’Imperatrice Eugenia a Cap Martin, a Villa Zirio a Sanremo e a Villa Bischoffshein a Bordighera, nonché al bellissimo Giardino Madonna della Ruota.

Altra sua ideazione sono state tutte le creazioni preparate con le foglie di palma secche, come ad esempio: imitazioni di fiori, canestri, tappeti, vasi, coppe, piatti, vassoi, paralumi, centri tavola.

L’appuntamento per scoprire questo grande artista è dunque per Domenica 8 settembre, presso i Giardini Hanbury, dalle ore 10.30, per continuare dopo mezzogiorno presso la Villa Regina Margherita di Bordighera, con intervento del neo sindco Giacomo Pallanca.

Per chi desiderasse partecipare, è obbligatoria la prenotazione: tel. +39.349.78.89.484 o tramite e-mail italo.muratore@gmail.com