Appuntamento con il teatro e la fantasia per lunedì 30 luglio alle ore 21 presso la Libreria Ragazzi di Imperia. In scena “Le follie di Zio Jack”, una serata-viaggio all’insegna della teatralità in compagnia di Emanuele Morandi, del Teatro Impertinente, e di Marco Borca che si esibirà con il particolarissimo didjeridu.

Zio Jack è un viaggio tra fantasia e immaginazione, alla ricerca di verità che, in fondo, risiedono già dentro di noi. Si parte da Gianni Rodari, passando per Bruno Munari e unendo le potenzialità della musica, del teatro e della lettura, in un viaggio che punta  a trasformare in possibile ciò che a volte sembra impossibile, senza la pretesa di prendersi troppo sul serio. Zio Jack, il viaggiatore per eccellenza, accompagna il pubblico nei suoi folli percorsi, trascinandolo in ragionamenti strambi e deduzioni fuori da qualsiasi logica. Nelle sue avventure si fa seguire da un personaggio speciale, che comunica solo attraverso la sua musica:  Antico, lo chiamano, e con il suo didjeridu è in grado di raccontare molto più di quello che si possa immaginare e di accompagnare le storie di Zio Jack con suggestioni sonore uniche e speciali.

Diplomato in “Clown theory master class” con Jango Edwards, Emanuele Morandi è attore, educatore alla teatralità, operatore di teatro sociale, attualmente collabora con il Centro Studi La Fenice per  l’Educazione alla teatralità e per il settore Comunicazione e Marketing. È inoltre  fondatore e regista della compagnia del Teatro Impertinente con la quale svolge attività di educatore teatrale per ragazzi negli istituti medi e superiori, nelle comunità e nelle carceri ed è associato alla Scuola di Teatro Sociale 334 – Isole Perfoming Arts di Firenze.

Marco Borca, formato come arte-musicoterapeuta con il Metodo della Globalità dei linguaggi di Stefania Guerralisi e Gino Stefani, lavora come educatore presso alcune Cooperative del Torinese seguendo varie tipologie di disagio (handicap, psichiatria, minori, tossicodipendenza). Musicista  esperto,  è  specializzato  in  percussioni  e  strumenti  etnici,  da più di dieci anni insegna musica d’insieme a gruppi e privati. Collabora con numerose associazioni e ha fondato l’Associazione Toguna  facendosi fautore di molti progetti musicali con i quali ha solcato prestigiosi palchi del Nord Italia.

Il Teatro Impertinente è una compagnia di Educazione alla Teatralità attiva dal 2007 attraverso la collaborazione congiunta di varie figure professionali legate all’ambito della pedagogia, del teatro e della formazione. Attivo nell’Imperiese e nel Varesotto, si dedica principalmente all’educazione teatrale con bambini e adulti, in ambito scolastico e non, realizzando interventi di educazione alla teatralità e corsi di formazione per insegnanti e operatori.

La serata del 30 luglio alla Libreria Ragazzi si svolgerà ad ingresso libero e gratuito.