Venerdì sera in Cattedrale a Ventimiglia Alta si è svolto il primo, dei due concerti, sulle “meditazioni organistiche”, in previsione alla preparazione della Solennità dell’Assunta (15 agosto). Un pubblico davvero numeroso, che, anno dopo anno, come ha ben ricordato il Parroco della Cattedrale, Don Luca Salomone “cresce numeroso, grazie al cibo della musica, che bene sa attirare sempre più persone, verso di essa”. I brani, tutti di autori della metà del Sei-Settecento, sono stati proposti attraverso il suono imponente e maestoso dell’organo della Cattedrale, restaurato completamente, alcuni anni addietro, grazie al contributo della famiglia reale di Montecarlo, accompagnato dalle note allegre e sfuggenti della tromba.

Il M.stro Gianluca Libertucci è organista del Vicariato della Città del Vaticano nella Basilica di San Pietro, della Guardia Svizzera, delle udienze Generali del Santo Padre e della Chiesa di Santa Maria dell’Orto in Trastevere. Il M.stro Domenico Agostini, alla tromba, anch’egli vanta un curriculum di grandissima importanza: ha collaborato con la Cappella Musicale Pontificia “Sistina” nell’anno del Giubileo del 2000, nel 2004 ha suonato al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, in occasione dell’inaugurazione dell’organo idraulico.

Il contenuto del programma era davvero ricco e nobile, grazie alle musiche di Haydn, Moretti con la sua “Rondò ad uso orchestra”, Gabrielli, Simon, Viviani, Kerll e Albinoni. Nel corso della serata non sono mancate alcune letture tratte dalle “Confessiones” di Sant’Agostino.

Prossimo appuntamento per il prossimo 15 agosto, sempre alle ore 21,00, dove un ulteriore concerto d’organo chiuderà i festeggiamenti dell’Assunta nella Cattedrale di Ventimiglia Alta.