Giovedì 1 e venerdì 2 giugno di fa festa al MACI, il Museo di Arte Contemporanea di Imperia con sede a Villa Faravelli. Dalle 17.30 spazio alla musica live con installazioni video e ospiti speciali per l’inaugurazione della nuova mostra temporanea visitabile fino al 15 giugno “VBR”, di Luca Saini, artista torinese che si muove tra fotografia e regia. A dare il la alla nuova temporanea sarà la performance live di gong, strumenti armonici ed elettronica del quartetto ensemble, composto da Andrea Tosi, Stefano Dalan, Luca Saini e Lucio Giacalone.

Le installazioni multimediali e i video di Luca Saini si intrecciano tra loro dando vita, corpo, suono a un progetto d’arte visiva sul tema della “vibrazione sonora”. Nasce così VBR, un’opera site specific, appositamente ideata e realizzata per gli spazi del MACI a Villa Faravelli. Un progetto espositivo multidisciplinare dove dialogano fotografia, installazione, sonorizzazione, ma anche un film documentario in corso d’opera sul tema della vibrazione sonora e l’impiego del suono armonico nella ricerca medico scientifica, artistica e spirituale.

Il progetto VBR prende vita proprio davanti agli occhi degli spettatori come materia organica, pulsante, in work in progress. Il processo di realizzazione dell’opera viene condiviso con il pubblico – esposizione dopo esposizione, e il lavoro dell’artista si arricchisce di nuovi tasselli, storie, personaggi, sino a completarsi e trasformarsi in film documentario.

Nel primo appuntamento al MACI di Imperia saranno in mostra:

ARTE CIMATICA

Due installazioni multimediali cimatiche
 che presentano gli esperimenti realizzati attraverso l’utilizzo della voce, speaker, casse acustiche, polvere di licopodio e acqua. Le installazioni rendono omaggio ai due principali ricercatori e studiosi nel campo della CIMATICA – lo studio della forma delle onde sonore: Ernst Chladni – musicista e fisico tedesco (1756 – 1827) e Hans Jenny (1904 – 1972) medico e naturalista svizzero.

VIDEO                                                                                                         

Un radioestesista- rabdomante alla ricerca di una sorgente d’acqua e la sua cerimonia rituale.      La forgiatura di un gong – antico strumento dalle origini misteriose. La costruzione – secondo rituale – di un tamburo sciamanico. Le immagini di backstage di una registrazione di suoni armonici. Una seduta di musico terapia in una Yurta per un ragazzo tetraplegico.

VBR è anche un collettivo che coinvolge altri artisti che di volta in volta affiancano Saini, tra cui Andrea Silvestro, Pietro Luzzati, Lucio Giacalone, Andrea Tosi, Rudi Toffetti, Tashi Massimo Fabbrucci, Yashà Elisa Mammuccini​, Ilaria Lenzini, Stefano Dalan, Manuela Pozza, Danilo Neri, Alessio Cerruti, Mattia Martino, Vladimiro Orengo.