Torna la programmazione cult dell’inverno teatrale sanremese “Il Rosso e il Nero” : quattro appuntamenti con grandi protagonisti del teatro, della tv e del cinema italiano in un fitto alternarsi di suggestioni che si susseguono sulla scena del prestigioso Teatro dell’Opera del Casinò. Nell’ottica di proseguire il cammino intrapreso che ha visto riaccendersi in modo crescente l’interesse del teatro a Sanremo, la Cooperativa CMC/produzioni Nidodiragno, grazie al contributo di Casinò e Comune di Sanremo, può nuovamente dare vita ad un calendario di spettacoli volto a portare in scena linguaggi diversi, dal teatro comico al vaudeville, dal dramma alla nuova drammaturgia.

Il percorso di questa rassegna intende ricalcare i contenuti “storici” della stagione teatrale del Casinò, privilegiando nomi significativi della prosa italiana, conosciuti ben oltre i confini del teatro. In questo senso siamo molto orgogliosi di poter presentare (martedì 5 gennaio) in anteprima nazionale il nuovo spettacolo che vede protagonista un figlio illustre della città di Sanremo ovvero Massimo Dapporto che insieme a Tullio Solenghi porta in scena lo spettacolo “Quei due” del drammaturgo francese Charles Dyer. I due protagonisti interpretano una consolidata coppia di barbieri gay che ci confrontano (tra il serio ed il faceto) tra varie vicende dopo trent’anni di relazione…A seguire un’intensa Monica Guerritore, attrice notissima per le lunghe esperienze teatrali nonchè per quelle televisive e cinematografiche. A Sanremo (domenica 24 gennaio) sarà in spettacolo pomeridiano con un premiatissimo testo “Qualcosa rimane” del drammaturgo francese Donald Marguiles, insieme all’attrice Alice Spisa. Un incontro tra due donne di diverse generazioni, una scrittrice di grande talento e fama e una giovane scrittrice affamata di tutto.Sempre in pomeridiana (per raggiungere un pubblico il più possibile ampio che comprenda famiglie e spettatori senior), abbiamo il piacere di presentare (domenica 31 gennaio) un classico di Feydeau ovvero “Sarto per signora” con Emilio Solfrizzi, uno dei volti più popolari del cinema e della fiction italiana. La regia è di Valerio Binasco, nome molto considerato del teatro italiano.Volendo mantenere la tradizione dello spettacolo di Capodanno che sempre ha avuto grande consenso da sanremesi e turisti, eccoci a proporre un nome arci-conosciuto nella storia della televisione, del cinema e del teatro italiano, quel Renato Pozzetto che ha saputo sovvertire già all’inizio degli anni ’70 le regole della comicità italiana. Il recital musico-teatrale dal titolo “Siccome l’altro è impegnato” è proprio un percorso attraverso una grande carriera che attraversa 10 anni di cabaret, 15 anni di teatro e 30 anni di cinema tra canzoni e parole. Accompagnato da un gruppo musicale Renato regalerà al pubblico i suoi tormentoni immortali (“La canzone intelligente”, “La vita l’è bela”…) nonché “passaggi” tra i personaggi cinematografici rimasti nell’immaginario collettivo. Non a caso lo spettacolo ha quale sottotitolo “Cinecabaret”.

Ecco il programma:

Giovedì 31 dicembre 2015 – ore 21.30
 "Siccome l’altro è impegnato" – Renato Pozzetto

Martedì 5 gennaio 2016 – ore 21.15

"Quei due" – Massimo Dapporto e Tullio Solenghi (debutto nazionale)

Domenica 24 gennaio 2016 – ore 17.30
"Qualcosa rimane" – Monica Guerritore e Alice Spisa

Domenica 31 gennaio 2016 – ore 17.30

"Sarto per signora" – Emilio Solfrizzi