The Dreamers di Borgo Foce, conferma la sua collaborazione e sostegno agli eventi culturali del territorio, ospitando l’aperitivo inaugurale del festival, martedì dalle 18.30, con un dj set a sorpresa, con un’ospite dalla Francia a cura  da Film Caravan.

La serata d’apertura, Martedì 31 Luglio alle 21.30 , in collaborazione con il Circolo Parasio si terrà sulla Piazza di Santa Chiara al Parasio, il suggestivo centro storico di Porto Maurizio. Durante questa serata saranno presentati due cortometraggi documentari ed un mediometraggio: Voyage en Sol Majeur di Georgi Lazarevski (Francia, 2006 – premio del pubblico al festival di Lisbona), il diario filmato di un regista che accompagna il nonno novantenne e musicista in un viaggio in Marocco che aveva meticolosamente progettato per tutta una vita ma che non aveva mai fatto a causa dell’ostinata reticenza della moglie a qualsiasi tipo di spostamento. Una vivace e profonda meditazione sull’amore, la vita e la musica, non priva d’ironia.

Come l’anno scorso, le tre serate dedicate alla competizione cortometraggi si svolgeranno nelle bellissime piazze di Cervo(mercoledì 1 agosto), di Diano Castello (il 2) e di Cipressa (il tre). Proiezioni speciali avranno luogo inoltre tutti giorni alle ore 17 presso Lo Spazio Vuoto di Via Bonfante e comprenderanno, tra le altre cose, una selezione di corti prodotti nell’ambito del Monfilmfest – Casalborgone ed una retrospettiva dedicata al regista francese Christophe Le Masne, (autore di Annie de Francia, già premiato nella 2° edizione di Filmcaravan).

La giornata conclusiva, sabato 4 agosto, inizierà alle ore 11 sulla terrazza del bar Sognatori I alla foce di Porto Maurizio con l’incontro con i registi e proseguirà come di consueto nel parco di Villa Grock alle 19.30 con il rinfresco, seguito dalla premiazione e dalla proiezione di una selezione competitiva di filmati realizzati con la nuova cinepresa analogica Lomokino.

La serata si concluderà con il lungometraggio Alamar di Pedro Gonzalez Rubio (Messico 2010 – Tiger Award al Festival di Rotterdam), la storia di Natan, figlio dell’unione effimera tra una donna italiana ed un pescatore messicano. Dopo la separazione dei genitori Natan, dieci anni, va a vivere in Italia con la madre ed il film racconta l’estate che precede questa separazione, che il bambino passa con suo padre e suo nonno pescando nella natia barriera corallina. Il ritratto di un momento di condivisione quasi edenico seppure pieno di nostalgia, servito da una stupefacente ed elegante fotografia.

Il festival è patrocinato dalla regione Liguria, dalla provincia di Imperia, dai comuni di Imperia, Cervo, Diano Castello eCipressa ed ha quest’anno ricevuto l’alto patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO per l’alto valore  dell’iniziativa volta alla promozione dell’arte cinematografica e alla valorizzazione dei piccoli comuni.

Programma: http://www.filmcaravan.org/index.php/it/edizione-2012/programma-iv