Ha giocato d’anticipo il famoso Teatro Ariston di Sanremo, presentando all’antivigiglia di Natale il cartellone primaverile 2018. Gli spettacoli sono stati annunciati dal padrone di casa Walter Vacchino insieme al baritono Ivan Marino dell’Associazione Ritorno all’Opera. Chiuderà le festività natalizie “Il lago dei cigni” mercoledì 27 dicembre, balletto sulle note del compositore russo ottocentesco Cajkovskij. Il direttore artistico Carlo Presta, in collegamento telefonico durante la conferenza stampa, ha spiegato che si tratterà di una rivisitazione in chiave moderna del balletto classico a partire dai virtuosismi atletici, mantenuti seppur ammorbiditi, fino ai tutù realizzati con tessuti di oggi, passando per il fondale creato appositamente. In aggiunta, è stata ridotta la durata a due tempi, che costituiscono la giusta soglia per gli spettatori.

Gli eventi di gennaio si terranno al Teatro Centrale alle ore 16 a cura dell’Associazione Ritorno all’Opera. Giovedì 4 andrà in scena l’omaggio a Morricone “Colonne sonore da Oscar”. Le sue celebri e amate produzioni musicali per il cinema verranno eseguite dall’Orchestra Le Muse diretta dal maestro Andrea Albertini e saranno impreziosite dalla vocalist Angelica Depaoli. Seguiranno due gran gala, quello dell’operetta il 12 con il soprano Elena D’Angelo, la soubrette dell’operetta numero uno in Italia, e quello della lirica il 19 con il soprano Simona Todaro Pavarotti, cugina e collaboratrice del compianto Big Luciano. Gli appuntamenti consentiranno di riascoltare le più belle e conosciute arie tratte dal repertorio italiano e straniero. Ivan Marino, ideatore e organizzatore della trilogia al Centrale, ha sottolineato che nella nostra provincia questo teatro è rimasto l’unico posto dove poter proporre spettacoli culturali di un certo profilo e di ciò beneficiano anche i turisti. Al gala lirico del 19 parteciperanno, inoltre, lo stesso Marino, nato ad Imperia, e il giovane tenore genovese Alessandro Fantoni, che sta facendo una carriera importante a livello nazionale, a dimostrazione che esistono delle eccellenze locali in grado di portare alto il nome della Liguria in Italia e nel mondo.

Venerdì 2 febbraio protagonista al Centrale sarà il tango. I ballerini dello show “Abrazos de tango” attraverso l’abbraccio dei corpi nella danza trasporteranno i presenti nelle milongas argentine. Dal 6 al 10 si alzerà il sipario sul 68° Festival della Canzone Italiana, capitanato dal direttore artistico Claudio Baglioni. La location delle manifestazioni di aprile sarà nuovamente il Teatro Ariston. Giovedì 12 si ospiterà il tour “Da che Sud è Sud” del cantautore Eugenio Bennato, il quale affronterà delle tematiche sociali di stretta attualità. Martedì 14 risate assicurate con il comico Paolo Ruffini e l’attrice sua compagna Diana Del Bufalo, che condivideranno il palco con alcuni vincitori dell’Ariston Comic Selfie 2017: il duo di parodisti Marco Abbro e Fabiano Pagliara e l’esuberante Veronica Maria Genovese. Il web talent Ariston Comic Selfie tornerà il 30 e 31 maggio, per festeggiare i 55 anni del più grande cinema teatro della Città dei Fiori.

La punta di diamante della programmazione sarà il one man show di Brunori Sas dal titolo: “Brunori a teatro“, previsto per venerdì 27 aprile, in concomitanza con il lungo ponte del 25 Aprile. Il cantautore calabrese, rappresentante dell’universo indie, è reduce da un 2017 strepitoso, in cui fra l’altro ha vinto la Targa Tenco per la Miglior Canzone con il brano “La verità”. Dario Brunori era stato notato già da anni dall’infallibile fiuto del Club Tenco e nel 2010 si era aggiudicato la Targa come miglior esordiente. Re della battuta e del nonsense, Brunori trova nel teatro il luogo ideale per le sue performance. La nuova tournée, in cui è coadiuvato dalla storica band, si rifà alla stand-up comedy con riflessioni argute alternate all’ultimo album di inediti “A casa tutto bene”, certificato disco d’oro, e ai suoi cavalli di battaglia.