IMPERIA – E’ partita da pochi giorni la stagione 2015-2016 del Cineforum di Imperia, che si svolge al Cinema Centrale di Porto Maurizio. Ben 25 i film in cartellone, una retrospettiva dedicata al cinema italiano, un evento speciale (un film con il regista in sala) e un costo tessera invariato di 40 euro (30 euro per i ragazzi). Dopo Lucas Belvaux e Ken Loach arriveranno "Timbuktu" di Abderrahmane Sissako (23 novembre), "Il sale della terra" di Wim Wenders (30 novembre), "Lettere di uno sconosciuto" di Zhang Yimou (14 dicembre) e "Torneranno i prati" di Ermanno Olmi (21 dicembre). Il 2016 si aprirà con "Banana" alla presenza del regista Andrea Jublin. Quindi uno dei due film in lingua originale, "71" di Yann Demange (18 gennaio). Il 25 gennaio omaggio alla Giornata della Memoria con il film "Il segreto del suo volto", con protagonista una sopravvissuta ad Auschwitz. Febbraio partirà con "Si alza il vento" di Hayao Miyazaki. Seguirà il documentario "La trattativa" di Sabina Guzzanti. Il 15 febbraio ci sarà il ricordo di Philip Seymour Hoffman con uno dei suoi ultimi film prima della morte, "La spia" di Anton Corbijn. Il 22 febbraio arriverà il vincitore della Palma d’Oro al Festival di Cannes, "Winter sleep" di Nuri Bilge Ceylan. Chiusura di febbraio con "Le streghe son tornate" di Alex De La Iglesia. A marzo, dopo "Difret" di Zeresenay Berhane Mehari, inizierà la retrospettiva dedicata a tre grandi film italiani restaurati dalla Cineteca di Bologna con il classico di Luchino Visconti "Rocco e i suoi fratelli" (gli altri sono "I pugni in tasca" di Marco Bellocchio e "Todo modo" di Elio Petri). E ancora "Calvario", "Whiplash", "Frances Ha", "Due giorni, una notte" dei fratelli Dardenne, "Pelo malo", "Turner" di Mike Leigh e la commedia brasiliana "E’ arrivata mia figlia", che il 30 maggio chiuderà la stagione.