Se l’intento era quello di prolungare la stagione turistica portando a Imperia appassionati e curiosi, l’Areoclub Savona e il Lions Club La Torre hanno sicuramente centrato il bersaglio inserendo nel calendario di manifestazioni cittadine l’Air Show, svoltosi oggi pomeriggio nel capoluogo. Decine di migliaia di persone, queste le prime stime della Protezione Civile, hanno infatti preso d’assalto ogni punto del litorale cittadino per assistere al grande spettacolo delle Frecce Tricolori offerto dalla PAN, la Pattuglia Acrobatica Nazionale dell’Aeronautica Militare Italiana.

Già intorno alle 15.30 di oggi centinaia di curiosi affollavano il parco urbano san Leonardo, punto privilegiato per la visione dello show, da cui Radio Onda Ligure, partner dell’evento, ha trasmesso in diretta i commenti alle esibizioni, con le spiegazioni dell’aeronautica a guidare l’osservazione del pubblico. Gremiti anche i moli, sia di Oneglia che di Porto, intorno ai quali, quasi a pelo d’acqua, le Frecce hanno dato prova di destrezza e coraggio, sfiorando quasi i fari nelle loro emozionanti evoluzioni.

Lo show del tricolore è stato preceduto da una simulazione di soccorso con alcuni velivoli abitualmente utilizzati dall’Aeronautica in situazioni calamitose. Le acque antistanti al parco urbano hanno visto così svolgersi la dimostrazione di ricerca e soccorso di un naufrago in mare, tra gli applausi del pubblico, foltissimo ed entusiasta, e i saluti dei piloti tra cui spiccava anche un imperiese. Salvatore Patuano, questo il nome dell’imperiese alla guida dell’aereo bi-turbina Piaggio P180, ha potuto salutare la propria città durante l’anteprima dell’attesissimo momento delle Frecce Tricolori, che hanno sorvolato i cieli del capoluogo dopo nove anni dall’ultima esibizione.

Tra acrobazie scenografiche e spettacolari, non sono mancati i momenti mozzafiato degli incroci tra velivoli e delle diverse coreografie di impatto studiate dai piloti per stupire il pubblico. Lo spettacolo si è svolto nello spazio aereo antistante Imperia, regalando suggestive immagini sul mare, visibili su un largo spazio, da Capo Berta fino al Prino, un intero bacino preso letteralmente d’assalto dal nutrito pubblico che subito dopo ha invaso le strade per il rientro. Qualche disagio e rallentamento in questo senso per la circolazione, ma l’apparato logistico allestito dalle forze dell’ordine ha permesso un veloce ristabilirsi della normalità. Tra il pubblico presente al parco urbano, si segnala un piccolo incidente accaduto a un incauto curioso arrampicatosi sugli scogli, per soccorrere il quale è stato necessario l’intervento di un’ambulanza della Croce Bianca.