“DAL BUIO ALLA LUCE” il nuovo spettacolo dell’Ariston Proballet, raccontato da una protagonista.

Si terrà l’8 maggio, alle ore 21.15, al teatro Ariston di Sanremo, il nuovo spettacolo della compagnia Ariston Proballet, intitolato “Dal buio alla luce”, nato dalle idee di Laura Eastman, Donald Malcolm, Marcello Algeri.

“Dal buio alla luce” racconta Bonaldi “è concepito come un percorso che ognuno di noi ha fatto nell’arco della propria vita: partendo da momenti di buio completo e perdizione, di qualsiasi genere, fino ad arrivare ad un momento di cambiamento, di metamorfosi, in cui si accetta il dolore e si corre verso la luce e il cambiamento”.

A ispirare il cammino degli ideatori, c’è il Caravaggio con tre dei suoi quadri più famosi: la Medusa, che rappresenta il buio; la Conversione di San Paolo, che rappresenta la metamorfosi; ed infine la cena in Emmaus, per la luce.

Lo spettacolo è suddiviso in quindici quadri, le musiche saranno mixate in diretta da Luca Joker Viale e Simo J. Negri. Come ci rivela in anteprima Bianca, la scenografia sarà molto semplice, con i deejay in primo piano a due metri di altezza dal palco affiancati a due statue che verranno illuminate verso la fine dell’esibizione.

“Le musiche sono fondamentali” spiega ancora Bonaldi “si parte dal momento di buio caratterizzato da musiche con molte percussioni e alle volte quasi fastidiose, che rispecchiano un profondo dolore all’interno delle persone, come capita a me, e con movimenti poco fluidi e pieni di contrazioni nella danza, per arrivare poi, alla fine, con brani più melodici e dolci, che seguono passi e movimenti  più sciolti: un respiro completo.”

Molto intenso sarà il passo a due interpretato da Bianca e il suo collega Matteo Donetti, senza alcun sottofondo musicale, che mostra la presa di coscienza del buio da parte dell’individuo:

“E’ come se volessi prendere a botte l’umanità, per far capire che se le cose vanno così è perché l’uomo ha fatto nascere l’odio; ma che c’è anche la possibilità di rimediare e ritrovare la luce”.

E’ a questo punto che nasce la voglia di cambiare, e inizierà nell’esibizione la corsa verso la luce, con ancora, però, molta tensione:

“Quando  tu decidi di cambiare,” prosegue Bonaldi “devi comunque usare una certa violenza nei tuoi confronti,  perché quando cambi devi mettere via il passato ed intraprendere una vita nuova: e questo non si può fare col sorriso sulle labbra e da un momento all’altro.”

“Infine c’è Freedom, l’ultimo movimento, che è un’esplosione totale”dichiara Bianca, e inizia un nuovo cammino verso una vita migliore, rappresentata “con molti salti”.

Un nuovo spettacolo, ricco di un significato profondo, che porta le persone a interrogarsi su tutto il male che ci circonda (rappresentati genericamente qui con bullismo, violenza sulle donne, guerre), sui momenti oscuri che ognuno attraversa, e che si conclude con un messaggio di speranza: si può cambiare, uscire dal buio per arrivare alla luce.

 Per ulteriori informazioni:

http://aristonproballetdalbuioallaluce.blogspot.it/2013/04/dal-buio-allaluce-questo-progettosi.html

https://www.facebook.com/events/146632898831237