"Jazz sotto le stelle", con la direzione artistica di Umberto Germinale, si svolgerà dal 3 al 5 agosto, all’Auditorium Comunale di Ospedaletti.

"Il filo conduttore che lega le esibizioni delle tre serate è un ricordo di Chet Baker – spiega Germinale – e del suo legame con l’Italia, e i tre gruppi suoneranno almeno un brano che si riconduce a Chet ed al suo repertorio classico. La WPO con l’ospite di prestigio, il trombettista Alberto Mandarini, che aprirà la rassegna, ha nel suo repertorio musiche che portano la firma di Carla Bley e di Charlie Haden ed è proprio con quest’ultimo che Chet incise il disco Silence per la Soul Note, nel 1987, accompagnato dal pianista italiano Enrico Pierannunzi, da Billy Higgins alla batteria e naturalmente da Charlie Haden al contrabbasso. Il pianista Mike Melillo, che vanta prestigiosi trascorsi con Sonny Rollins e Phil Woods, ha collaborato con Chet e con l’Orchestra di Macerata incidendo il disco Simphonically sempre per la Soul Note nel 1985. Paolo Fresu, famoso musicista di fama internazionale, ha come uno dei suoi primi ispiratori, oltre a Miles Davis, proprio Chet Baker, che incontrò da giovanissimo, nel Festival Internazionale del Jazz di Sanremo nel 1986 e ne conserva un ricordo emozionante. Nel 1999 incide, insieme a Enrico Rava, Shade of Chet, omaggiando appunto il grande trombettista scomparso".

Ecco il programma. Mercoledì 3 agosto: ore 18.30 Brama Street Band per le vie cittadine, ore 21.30 all’Auditorium West Project Orchestra con Alberto Mandarini. Giovedì 4 agosto: ore 18.30 gruppo locale in piazza Sant’Erasmo, ore 21.30 all’Auditorium Mike Melillo Trio "Evidence". Venerdì 5 agosto: ore 18.30 gruppo locale in piazza Sant’Erasmo, ore 21.30 all’Auditorium Paolo Fresu Devil Quartet.