Quarto appuntamento sabato 27 gennaio per la rassegna culturale Cervo in blu d’inchiostro. Alle 17.00 sarà ospite, nell’Oratorio di Santa Caterina, il volto noto dell’arte Philippe Daverio, a Cervo in veste di membro della Giuria del Premio Campiello, uno dei più prestigiosi riconoscimenti letterari italiani. Il pomeriggio, cui parteciperà anche Piero Luxardo, presidente del Comitato di Gestione del Campiello, siglerà il primo contatto ufficiale del borgo ligure con il premio istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto. L’accordo proseguirà poi con l’arrivo a Cervo di Donatella Di Pietrantonio, vincitrice del Campiello 2017 e attesa per il prossimo 24 marzo.

L’occasione sarà ghiotta, in presenza di Daverio, per parlare del suo ultimo libro Ho finalmente capito l’Italia, piccolo trattato ad uso degli stranieri (e degli italiani) (Rizzoli), il viaggio di un curioso attraverso alcuni momenti della storia, dell’arte e del carattere del nostro paese che restituisce un’originale chiave di lettura dell’Italia e degli italiani di oggi.

“Per quale motivo gli italiani sono così diversi dai cittadini d’oltralpe?” Con la sua “autobiografia di un alsaziano che riscopre le proprie origini lombarde”, Philippe Daverio cerca di spiegare l’Italia a tutti gli stranieri che la osservano stupiti, ma anche − soprattutto − a molti italiani. Un’indagine da antropologo culturale, divertente e piena di spunti inediti, che, anche attraverso le immagini, parte dalla storia e dalla storia dell’arte per rileggere la realtà di oggi e analizzare vizi e virtù del nostro Paese.

Come di consueto all’incontro, condotto da Francesca Rotta Gentile, parteciperanno attivamente con interventi, domande e interviste gli studenti del Liceo Cassini di Sanremo e dell’Istituto Ruffini di Imperia. Cervo in blu d’inchiostro ha ottenuto il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria Ufficio V – Ambito Territoriale di Imperia) e l’autorizzazione come Corso di formazione docenti per gli insegnanti  di ogni ordine e grado di tutta la Regione, nel solco della quale è stato inserito inoltre, dall’Istituto Ruffini, sul sito ufficiale della formazione S.O.F.I.A. (l’iscrizione per l’incontro con Daverio sarà possibile entro venerdì 26 gennaio).