Appuntamento alla Sala Beckett del Teatro dell’Albero di San Lorenzo al mare sabato 3 febbraio alle 21.00. In scena l’anteprima assoluta dello spettacolo teatrale Rami Di Me, di e con Gabriele Parrillo, che vedrà la straordinaria partecipazione di Hal Yamanouchi e la musica composta ed eseguita dal vivo al violoncello da Daniela Savoldi

Con questo lavoro, Gabriele Parrillo propone uno spettacolo che segna il suo rientro come attore all’interno di una sala teatrale, dopo l’itinerante Cammino del Perdono e gli spettacoli proposti all’interno di importanti festival (Poiesis-Desidera-Festival francescano) in suggestivi scenari naturali e artistici.

La sfida è quella, dopo tanti anni di teatro in compagnia dei grandi classici, di avere l’audacia di “dirla con parole proprie”, e raccontare di sé, a partire da un viaggio all’interno del proprio corpo, che diventa la partitura per le emozioni, le sensazioni, i ricordi, gli aneliti, di un artista alla ricerca di un modo di fare spettacolo e di un arte dell’attore, che possa avvicinarsi più ad uno svelamento che ad una esibizione.

In questa “calata dentro di sé”, ironica e autentica, che lascia al pubblico la possibilità di specchiarsi, ad aiutare Parrillo ci saranno la musica composta ed eseguita dal vivo dal toccante violoncello di Daniela Savoldi, artista italo-brasiliana di grande spessore del panorama musicale classico e sperimentale, e Hal Yamanouchi, coreografo, danzatore, attore, giapponese di fama internazionale, tra i docenti del corso Officina del Teatro del Banchéro e che accompagna la carriera e la formazione di Gabriele Parrillo da ormai più di 30 anni, dal loro incontro alla Silvio D’Amico di Roma nel 1986.

«Non poteva esserci luogo migliore che il Teatro dell’Albero di San Lorenzo al Mare, per portare per la prima volta sulla scena “Rami di me” – conferma l’attore – è un testo che si nutre a più fiate della metafora dell’albero per sviluppare un percorso di consapevolezza fisica ed emotiva, e per provare a comunicarlo anche al di là dei laboratori, tenuti proprio insieme al maestro Yamanouchi al Teatro del Banchéro, a un numero più grande di persone attraverso l’ironia e la forza della parola, della musica e della coreografia».

Gabriele Parrillo attore e regista, è diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte drammatica Silvio d’Amico. Dal 1985 lavora in teatro con registi come Trionfo, Ronconi, Camillleri, Guicciardini, Branciaroli, Tiezzi, Lavia, Mauri, Wass, Pezzoli, Baliani, Piscitelli, Farau, Sonzogni, Yamanouchi, Cava, Cardone, Fabrizi, Misuraca Stein, Marafante, Tronnolone. Fonda con Taheri il gruppo “I costruttori”, attivo a Roma dal 1990 al 1995, coinvolgendo i giovani Gifuni e Favino. Partecipa a molte serie televisive come La squadra, Grandi domani, Medicina generale, Distretto di Polizia, Don Matteo. È anche al cinema con Bellocchio, Misuraca, Sargentini, Fago, Murri, De Biasi. Intensa la sua attività di speaker, doppiatore (voce dell’attore americano Giovanni Ribisi) e voce recitante, in concerto e nell’audiolibro (Il mondo di Sofia, La legge dell’attrazione. Ed. Salani). La sua attività attoriale si è sempre nutrita negli ultimi 14 anni di occasioni di studio e insegnamento che lo vedono anche docente del Corso Officina del Teatro del Banchéro.