"Rock in the Casbah" arriva alla 17a edizione. L’edizione 2016 si svolgerà da mercoledì 3 a sabato 6 agosto, all’Anfiteatro San Costanzo, nella parte alta della Pigna di Sanremo. Una maratona in musica ad ingresso libero, a cura dell’associazione Fare Musica con la direzione artistica di Larry Camarda. Il cast artistico di questa XVII edizione si snoda tra inediti e grandi conferme. Vedrà alternarsi sul palco le realtà liguri più apprezzate insieme a band provenienti da tutta Italia.

Il via mercoledì 3 agosto, con una prima sera dedicata alle band del ponente che hanno saputo distinguersi e far parlare di loro ben oltre i confini della nostra regione, sino all’estero: Progetto Delta, Artichokes (vincitori dell’edizione 2016 del contest proposto anche quest’anno presso il Babilonia di Cervo), Skeletoon e Last Day of Summer. Giovedì 4 agosto, seconda serata all’insegna delle nuove proposte, con i giovanissimi Sesor, Primula Nera, Christian Gullone e The Rivati da Napoli. "Rock in the Casbah" quest’anno in particolare apre infatti le porte alle realtà emergenti del Sud Italia, e riconferma questa scelta con Alessandro Nosenzo, cantautore e chitarrista pescarese dai testi ricercati e fortemente impegnato nel sociale, atteso in apertura di venerdì 5 agosto. A seguire Le Carogne, Waste Pipes, The Nuclears e Groove Yard Sound.

L’intro della serata finale di sabato 6 agosto è affidata ad un ospite di eccezione, il cantante, performer e musicista savonese Elso, con la sua nuovissima produzione elettro-pop d’avanguardia. Ma a chiudere in bellezza questa ultima edizione, head liner 2016 sarà una band amatissima, protagonista della scena indie italiana con una carriera ventennale e un grandissimo seguito: i Tre Allegri Ragazzi Morti, tra i gruppi più noti, affermati ed eclettici del panorama musicale rock indipendente. Presenteranno al pubblico della rassegna rock sanremese il nuovo album “Inumani” accompagnati sul palco, come guest d’eccezione del tour estivo 2016, dalla musicista e cantautrice americana Monique “Honeybird” Mizrahi alle chitarre, charango e ukulele.

San Costanzo sarà come sempre una cittadella della musica e dell’arte. La visual art è ancora una volta a cura di Danilo Bestagno, mentre è novità di quest’anno, la collaborazione con Simone Sarchi, con registrazioni live delle serate e la selezione di video musicali della consueta rassegna "Video Killed Casbah Star" in cui ogni sera troverà spazio un video musicale inedito, realizzato da videomakers locali e non solo. La nuova frontiera video, già percorsa nelle precedenti edizioni trova quindi un giusto curatore. Momento importante sarà la presentazione del video "Road to Rock in the Casbah" realizzato proprio da Simone Sarchi da un’idea di Larry Camarda e con la musica di Alessandro Nosenzo. Simone Parisi alias Radiomandrake, sostenuto come sempre da Dj Slavo, intratterrà e presenterà tutte le serate.

Questa edizione della rassegna è dedicata a Remo Di Matteo.