Si è riso, sorriso, ricordato tante immagini anche segrete degli anni del Festival della canzone trascorsi nella casa da gioco. I Martedì letterari nel contenitore “Riviera dei fiori, Riviera di ..sorrisi” , hanno ospitato quasi trent’anni della kermesse canora da quel lontano 29 gennaio 1951, quando le prime canzoni venivano irradiate dalle radio nazionali, sino al 1976, l’ultima edizione della gara  organizzata nel salone delle Feste. 

Nilla Pizzi, Gianni Morandi, Nunzio Filogamo, il Modugno Nazionale, un giovanissimo Pippo Baudo, solo per citarne alcuni, sono sfilati sullo schermo del Teatro intervallati dalle scene preparate dalla Compagnia Stabile Città di Sanremo con Anna Blangetti e Gianni Modena, in otto “incursioni” da una “casa Sanremo” che commentava canzoni e personaggi, ricordando il volume “Sanremostory” e con lui il suo curatore: Pepi Morgia. Applausi scroscianti dal pubblico numerosissimo, che alla fine ha cantato “Volare” con la più che brava Marisa Fagnani.

Dopo la pausa festivaliera il 19 febbraio in anteprima nazionale nel Teatro dell’Opera ore 16.30 il prof. Carlo Pedretti, Direttore del centro studi su Leonardo dell’Università della California – Los Angeles considerato il più grande esperto mondiale di studi vinciani, con l’opera:” Leonardo Da Vinci. I cento disegni più belli”parlerà del concetto di “Bellezza” nel grande “Lionardo”.

Cureranno l’introduzione la curatrice del catalogo dott.sa  Sara Taglialagamba e l’Editor Giunti dott. Dario Dondi.