L’abetaia di Monte Gouta è famosa in tutta la Liguria, così prossima al mare, eppure ai piedi del Monte Toraggio, dove si mescolano specie mediterranee ed alpine. L’escursione si svolge nel bosco di Gouta al fresco del bosco di abete bianco (Abies alba), dove gli alberi qua e là ospitano loro malgrado il vischio (Vìscum album), pianta parassita che vive sulle loro chiome e produce appiccicose bacche, ghiotte per gli uccelli. Da Margheria dei boschi si alternano abetine a boschi di pino silvestre (Pinus sylvestris) ed in vicinanza delle case si estendono piccole radure erbose ricche di salvia, lupinella, trifogli, festuche. In leggera risalita si transita al cospetto di Margheria Gion e si osservano ginestre, rose selvatiche, aceri e sorbi montani. Poi l’incontro inaspettato con una pianta speciale, la belladonna (Atropa belladonna) molto velenosa ma ancora usata a scopi terapeutici. Pian piano si esce dal bosco e ci si inoltra nel ginestreto, tra profumate rose e piccole orchidee spontanee, sassifraghe che sfidano la gravità, timo e lavanda; quindi la cima dell’Arpetta, con splendida vista sulla Val Roya. Dopo la pausa pranzo al sacco si prosegue su altro sentiero per il rientro.

RITROVO: ore 7,50 a Bordighera davanti stazione FS – ore 9 a Sella di Gouta davanti al Ristorante (da qui si prosegue in auto per due Km fino a Margheria dei Boschi su strada asfaltata)

DIFFICOLTA’: – Dislivello di 450 m – E Escursionistica – DURATA: 6 ore circa + soste

Notizie logistiche: spostamento con i propri mezzi – pranzo al sacco e borraccia – scarponcini con una buona suola – maglietta e giacca a vento

QUOTA: 8 Euro a persona – abbonamento 5 escursioni: 35 Euro Info e prenotazioni : Coop Strade 0183/290213 – guida Angela Rossignoli 338 4536788