Dal 13 gennaio via alla nuova stagione invernale di teatro a Bordighera, con la direzione artistica di Diego Marangon e LIBER theatrum. Una stagione rinnovata, che vedrà raccolta l’eredità del Teatro della Tosse di Genova, negli ultimi anni attivo sulle scelte teatrali al Palazzo del Parco.

TeaLtro, questo il titolo della stagione, 13 spettacoli, alcuni dei quali ospitati anche all’ex Chiesa Anglicana, per un riconoscimento che celebrerà insieme come compleanno e traguardo i dieci anni di LIBER theatrum. Una sorpresa che arriva dopo l’impegno e i tanti e costanti sforzi creativi distribuiti sul territorio dell’estremo Ponente ligure e non solo, e un riconoscimento da parte della città di Bordighera

Ecco allora perché la stagione 2018 si chiamerà TeaLtro, a sottolineare che c’è “tanto altro teatro” in giro per l’Italia e nel mondo, al di fuori dei consueti circuiti, quasi sconosciuto, poco ospitato, considerato e apprezzato. Ciò ha permesso di individuare e proporre spettacoli, italiani ma anche stranieri, poco seguiti a Ponente, così da offrire l’opportunità anche ad artisti giovani ed emergenti di farsi notare e permettere al pubblico di scoprire talenti che non sempre trovano il meritato spazio.

Saranno nove spettacoli originali, tra cui spiccheranno alcuni artisti con le loro nuove produzioni, altri che Bordighera ritroverà con grande piacere perché già apprezzati in passato, e altri ancora capaci di sorprendere e stupire. Oltre a ciò, un lungo fine settimana con quattro appuntamenti dedicati esclusivamente alle realtà associative locali.

“Si riderà, si sorriderà, si rifletterà, si resterà affascinati da storie sconosciute e a noi apparentemente lontane, ma sempre, è sicuro, ci si emozionerà, senza vergognarsi se una lacrime di commozione righerà il viso – dicono da LIBER theatrum –  All’apertura del sipario lo sguardo osserverà e scoprirà, talvolta in maniera sorprendente e inaspettata, spettacoli e artisti che arriveranno in Riviera, dal Trentino come dalla Sicilia, ma anche da Barcellona e da Berlino. Spettacoli per tutti i gusti. Di parole, ma anche inconsueti: di sole immagini, musica, suoni, con tante suggestioni e contaminazioni tra arti varie. Per adulti, studenti e bimbi, perché il teatro è magia e nel buio della sala quello che si deve fare è soprattutto sognare e far volare la fantasia e l’immaginazione”.

Questo il programma dettagliato:

Sabato 13 Gennaio, Palazzo del Parco: il ritorno di Alessandro BERGALLOOSSOR OTTECCUPPAC – La favola di Cappuccetto Rosso dalla parte del lupo”. Uno spettacolo nuovissimo e divertente, una rilettura ironica, quasi dissacrante, soprattutto intelligente, della favola di Cappuccetto Rosso.

– Sabato 27 Gennaio, Palazzo del Parco: in occasione della Giornata della Memoria e a ingresso gratuito, LIBER THEATRUM metterà in scena in prima assoluta un nuovo spettacolo dedicato alla più grande tragedia umana della storia moderna: “RIDERE RENDE LIBERI” il titolo eloquente, per scoprire se ridere al tempo della Shoah, durante l’Olocausto, si poteva, si faceva, era possibile e lecito.

– Sabato 17 febbraio, Palazzo del Parco: l’attesissimo e intrigante lavoro (che ha debuttato il 3 Dicembre al Teatro Regina Margherita di Caltanissetta sotto la direzione artistica di Moni Ovadia) della compagnia siciliana PRIMAQUINTA dedicato alla mitica figura dell’eroina “Giovanna D’Arco”. Sei attrici a portare in scena il mondo visionario e rivoluzionario dell’eroina francese e santa cattolica.

– Sabato 3 Marzo, Chiesa Anglicana: I TEATRI SOFFIATI con “FAGIOLI”, uno stuzzicante spettacolo per i più piccini, tratto dalla famosa favola inglese di Jack e il fagiolo magico. Il tutto sarà seguito da un mini laboratorio.

– Sabato 10 Marzo, Chiesa Anglicana: LA COMPAGNIA DELOI porterà in scena “I CORTEGGIATORI – Amore a colpi di poesia”, una Comedy d’Autore tutta italiana sull’amore. Uno spettacolo nel quale poesia e umorismo si legano perfettamente in un gioco continuo, ricco di colpi di scena.

– Sabato 17 Marzo, Palazzo del Parco: grande suggestione e magia con IL TEATRO NELLE FOGLIE e la “BALLATA D’AUTUNNO”, opera multidisciplinare che unisce il teatro d’ombre, il mimo, l’acrobatica aerea, la danza, la manipolazione e il clown.

– Sabato 24 Marzo, Chiesa Anglicana: un monologo struggente ed emozionante, accompagnato dalla musica dal vivo, con Aldo RAPÉ e il suo “PINUCCIO, storia di un amore”. La storia di uno dei tanti, forse troppi, bambini che hanno lavorato nelle miniere di mezza Sicilia.

– Da Giovedì 29 Marzo a Domenica 1 Aprile, Chiesa Anglicana: un lungo week-end dedicato alle produzioni delle realtà associative locali: MUSICOMIO, ACCADEMIA DELLE MUSE, TEATRO DEI MILLE COLORI, TEATRO HELIOS.

– Venerdì 6 Aprile, Palazzo del Parco: attesissimi e ancora una volta provocatori, dopo il grande successo di due anni fa con Karmafulminien – Figli di puttini, torna la GENERAZIONE DISAGIO e l’altrettanto divertente DOPODICHE’ STASERA MI BUTTO.

Sabato 21 Aprile, Palazzo del Parco: Gianfelice FACCHETTI con Ottavo RICHTER TRIO proporrà “ERAVAMO QUASI IN CIELO”, uno spettacolo su una curiosa e poco conosciuta storia sportiva italiana, quella dei Vigili del Fuoco de La Spezia, che vinsero il campionato di guerra nel 1943-44 battendo il Grande Torino di Vittorio Pozzo e Valentino Mazzola.

 

Info e prenotazioni: 3386273449 – 0184 272205 – libertheatrum@gmail.comwww.libertheatrum.com