Il Monte-Carlo Jazz Festival, giunto alla sua decima edizione, si terrà  dal 23 novembre al 6 dicembre, un’occasione unica per scoprire e riscoprire le più grandi stelle del jazz, in una cornice meravigliosa, tempio della musica e della creatività da oltre un secolo: l’Operà Garnier. Il festival riflette ciò che la musica jazz rappresenta: diverse correnti musicali intrecciate alla tradizione, ispirandosi a tutti i ritmi del mondo e concedendo alla creatività tutto ciò che le spetta. Nel corso di questa decima edizione calcheranno il palco i più grandi musicisti del momento, le più belle voci del jazz contemporaneo e i più grandi solisti.
Dal 23 al 28 novembre, per la prima settimana, si esibiranno, sul palcoscenico dell’Opéra Garnier Monte-Carlo,  alcuni giovani talenti come Richard Manetti, Thomas Enhco, i GoGo Penguine Cory Henry, che rappresentano una nuova generazione di jazzmen. Al loro fianco, sera dopo sera, star già affermate, come Joshua Redman e Selah Sue. Inoltre Avishai Cohen si esibirà per la prima volta assieme all’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo, per un concerto eccezionale. La settimana terminerà con Marcus Miller, che  presenterà il suo ultimo album, "Afrodeezia", con una formazione specialmente ideata per il festival, che vedrà partecipi numerosi musicisti africani e gnawa.
La seconda settimana, dal 3 al 6 dicembre, sarà invece consacrata alle voci del jazz. Melody Gardot, Barbara Hendricks, Paolo Conte e Gregory Porter ne saranno gli artefici principali, e inoltre si esibiranno altri grandi talenti, come Mario Biondi, Hugh Coltman, Daby Touré e Kyle Eastwood.