Tratta dal romanzo di Manuél Scorza "Rulli di tamburo per Rancas", ecco l’ultima fatica artistica del rinomato gruppo imperiese L’ATTRITO  che ritorna sui palcoscenici  del Ponente con la nuova e originalissima performance  teatrale: "RECINTI". 

Recinti come separazione degli spazi sociali, culturali, economici, geografici, psicologici, interiori; come separatezze che non possono comunicare, recluse come sono da una parte e dall’altra del recinto; come "struttura" inclusiva, ma anche e soprattutto esclusiva; recinti come metafora dei condizionamenti della vita individuale e collettiva e della società.

Una performance che stimola a riflettere ed a mettere in discussione  certezze, illusioni, interiorità, taluni modi di vivere e che appassiona e  coinvolge profondamente lo spettatore rendendolo coprotagonista.

Uno spettacolo straordinario e molto originale anche dal punto di vista scenografico: da non perdere…

L’appuntamento è per domani 21 settembre alle ore 21 presso il Centro Polivalente ex chiesa San Francesco di Ventimiglia Alta.

L’ingresso è libero e gratuito.

Organizza l’Associazione culturale intemelia XXV Aprile/Arci