Un duo formatosi appositamente per Sanremo quello di Enzo Avitabile e Peppe Servillo. Per Avitabile è la prima volta al Festival, dove ha sottolineato di portare la sua musica in forma di canzone. Il musicista ha suonato con dei giganti della canzone italiana e internazionale, da Pino Daniele e Franco Battiato a Goran Bregović e Bob Geldof. Servillo, invece, la cui preoccupazione principale è quella di essere compreso come artista, proviene dalla famiglia degli Avion Travel, vincitori del Festival nel 2000 con “Sentimento”. Insieme portano sul palco dell’Ariston “Il coraggio di ogni giorno”, un brano che vuole rappresentare un inno alla vita, senza retorica, in cui l’ascoltatore può immedesimarsi.

“Colgo l’occasione per ringraziare per l’attenzione che molti di voi in questi anni hanno dimostrato per la mia musica, che definirei ‘dall’altra parte della strada’ – ha esordito Avitabile questo pomeriggio in sala stampa al Teatro Ariston –. Sono giunto al primo best of della mia vita ‘Pelle differente’, che uscirà venerdì 9 febbraio”. Come sono arrivati insieme a Sanremo Avitabile e Servillo? “Con tanto impegno – ha risposto Avitabile –, me ne sono reso conto quando siamo entrati in una rosa di venti nomi scelti tra duecento pezzi. Ringrazio Claudio Baglioni per l’opportunità e voi giornalisti per le belle pagelle, anche se non capisco cosa voglia dire che la mia musica è alternativa. La canzone napoletana è di origine greca e ha alla base uno stato di coscienza: la pucundrìa, una dolce malinconia. Si può chiamare in modi diversi, per esempio saudade, ma è comune alla musica popolare di molti Paesi”.

“Il nostro è un brano che suggerisce la possibilità di ricominciare da capo nella vita – gli ha fatto eco Servillo -. Questo Sanremo è accogliente per i concorrenti, perché si ha la possibilità di sviscerare a più riprese la canzone. Ieri l’abbiamo scoperta con il pubblico, dopo averla conservata per lungo tempo nei nostri cuori. Ora attendiamo con gioia il duetto di venerdì”. Si esibiranno con gli Avion Travel e il controtenore Daby Touré dalla Mauritania, collaboratore storico di Peter Gabriel.