Red Carpet ufficiale per il cast artistico della 68esima edizione del Festival della Canzone Italiana. Sulla prestigiosa passerella allestita davanti all’Ariston, il teatro più fotografato d’Italia, hanno sfilato i venti Big e Ondina, il simpatico barboncino di Ornella Vanoni. Se si considera che tra i campioni si annoverano cinque band (i tre Decibel, Elio e le Storie Tese, che sono in sei, i quattro de Le Vibrazioni, i cinque de Lo Stato Sociale e altri tre The Kolors), quattro coppie (Diodato e Roy Paci, Enzo Avitabile e Peppe Servillo, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli) e il trio formato dalla Vanoni con i suoi autori Bungaro e Pacifico, ieri sera hanno percorso il tappeto rosso quarantadue concorrenti, alcuni visibilmente emozionati “perché Sanremo è Sanremo”.

Tenendo presente che il cosiddetto carrozzone è nato nel 1951 come una competizione di canzoni e che il “dittatore” artistico Claudio Baglioni intende riportare al centro la musica, ecco chi ascolteremo da stasera a sabato 10 febbraio: Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con “Il segreto del tempo”, Nina Zilli “Senza appartenere”, The Kolors “Frida”, Diodato e Roy Paci “Adesso”, Mario Biondi “Rivederti”, Luca Barbarossa “Passame er sale”, Lo Stato Sociale “Una vita in vacanza”, Annalisa “Il mondo prima di te”, Giovanni Caccamo “Eterno”, Enzo Avitabile e Peppe Servillo “Il coraggio di ogni giorno”, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico “Imparare ad amarsi”, Renzo Rubino “Custodire”, Noemi “Non smettere mai di cercarmi”, Ermal Meta e Fabrizio Moro “Non mi avete fatto niente”, Le Vibrazioni “Così sbagliato”, Ron “Almeno pensami”, Max Gazzè “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, i Decibel “Lettera dal duca”, Red Canzian “Ognuno ha il suo racconto” ed Elio e le Storie Tese “Arrivedorci”. Si tratta di artisti tutti con una carriera riconoscibile alle spalle e nessuno appena uscito da un talent show.

Ricordiamo che, come da tradizione apprezzata e consolidata, il Red Carpet di pomeriggio verrà animato dallo showman dianese Gianni Rossi. In aggiunta si terranno collegamenti tv, nonché cori, autografi e selfie con i propri beniamini per chi avrà la pazienza di aspettare. Quest’anno il Red Carpet si svolgerà fino a domenica 11, invece di concludersi con la finale di sabato.