Sarà un’ennesima annata della rinascita in riva all’Impero. La fusione tanto auspicata è infine arrivata. Un po’ "obtorto collo" dovuta più che altro ai debiti accumulati dalla vecchia Imperia (che sarebbe ripartita dalla Promozione) e dalla situazione, invece, ottimale a livello societario del team presieduto da Marco Alberti che nell’annata 2011 – 2012, al suo primo anno in serie D, ha conquistato una brillante salvezza con largo anticipo.

La soluzione migliore per continuare a praticare calcio ad Imperia a discreti livelli non poteva che essere quella di unire le forze e ripartire con una nuova "Imperia 1923".

Da Domenica la squadra agli ordini di Alessandro Lupo si allena in Valle Arroscia a San Bernardo di Mendatica e vi resterà per circa una settimana. Nel gruppo già pimpante la stellina della squadra Alessandro "Boom Boom" Prevosto, l’anno scorso autore di 17 marcature in 23 partite nell’Argentina Arma, classe 1991 e pronto in rampa di lancio per palcoscenici più prestigiosi (in tal senso la serie D rappresenta un bel banco di prova).

Quali avversarie per l’Imperia? Presto dirlo. Manca ancora l’ufficialità dei gironi da parte della Lega Dilettanti. Sicuramente non mancheranno i derby contro le altre due liguri Lavagnese e Sestri Levante. Poi il solito "nugolo" di piemontesi da cui presumibilmente uscirà la neopromossa in Seconda Divisione (vecchia serie C2).

Nel Tigullio intanto è festa per il ripescaggio in Prima Divisione dell’Entella Chiavari. Persa la finale play off è stata però ammessa mediante ripescaggio perchè con i conti in ordine. A differenza di tante altre realtà fallimentari del calcio di serie C italiano. A Sanremo fischieranno le orecchie a qualcuno?