Sarà la Milano Sanremo ad aprire la stagione 2016 delle Grandi Classiche di ciclismo. Giunta alla centosettesima edizione, la Classicissima sarà il primo obiettivo dell’anno per tantissimi campioni come il vincitore della scorsa edizione, il tedesco John Degenkolb. Il 19 marzo si parte da via della Chiesa Rossa a Milano per arrivare, 298 chilometri più tardi a Sanremo in via Roma. Conosciuta con il nome di Classica di Primavera o la Classicissima, è la più importante e famosa corsa di un giorno che si corre in Italia e, con una lunghezza 298 km, è anche la più lunga. Il percorso della Milano-Sanremo ha avuto poche significative variazioni dagli inizi del Novecento ad oggi.[3] Nei primi anni, il tratto di maggior difficoltà della corsa era il Passo del Turchino, dove spesso avevano luogo le azioni decisive; tuttavia, con il passare degli anni e l’avvento del ciclismo professionistico, l’ascesa del Turchino si rivelò non eccessivamente impegnativa e troppo lontana dal traguardo per essere risolutiva. Molto spettacolare e tipico è il tratto del percorso che si snoda lungo l’Aurelia, quando i ciclisti attraversano la Riviera ligure di ponente superando i famosi tre capi che precedono Imperia (Capo Mele, Capo Cervo e Capo Berta). Le ascese della Cipressa (inserita nel 1982) e del Poggio sono le principali difficoltà che i corridori affrontano negli ultimi chilometri; il fatto che si trovino in prossimità del traguardo ha spesso fatto sì che la selezione su questi colli risultasse decisiva. L’arrivo della corsa è posto tradizionalmente in via Roma, nel centro di Sanremo. Negli ultimi anni raramente c’è stata una grande selezione nelle ultime fasi di corsa e si è spesso assistito ad uno sprint finale con il gruppo compatto.