La prima gara della Fia Formula E ha debuttato in grande stile lo scorso 13 settembre, sul circuito cinese del Beijing Olympic Green.Finalmente in pista per un campionato tutto green, fatto di 10 appuntamenti che si concluderanno a Londra, il 27 giugno, quello della Formula E deve essere capace di conciliare la passione per la velocità con la sensibilità di chi intende contribuire concretamente a difendere il fragile equilibrio di questo nostro pianeta. Per quanto sia all’antitesi con tutto  quello che caratterizza la Formula 1, fatta di rombi dei motori sulla pista, effluvi degli scarichi di benzine speciali, di centinaia di aneddoti legati a tanti anni di corse in cui le diverse scuderie e le rivalità dei piloti si sono dati battaglia per il podio, è solo da qualche mese che la neo Formula E ha iniziato a tracciare la sua storia.

Diverse anche le modalità di partecipazione perché in gara ci sono solo monoposto di un unico modello, la Spark-Renault SRT 01E, alimentata da un motore 100% elettrico sviluppato dalla McLaren Electronic Systems, un cambio a 5 marce e tutte gommate esclusivamente con pneumatici Michelin. Chi ha assistito alle gare che si sono svolte fino ad ora, ci assicura che il fascino di questa competizione è ugualmente adrenalinico, come i Gran Prix di Formula 1, con la grande differenza che di rumore, in pista, ce n’è davvero poco!

Ma attenzione: se per questa edizione la FIA Formula E Championship ha messo tutte e 10 le scuderie nelle medesime condizioni di partecipazione, per la seconda stagione, invece, si entrerà nel vivo e qui alcune case automobilistiche costruttrici, tra cui la Venturi Grand Prix, stanno già pensando di creare una loro propria monoposto.

Purtroppo in gara non troviamo nessun marchio italiano ma vale la pena segnalare quello con i colori  svizzeri di Jarno Trulli, impegnato anche come pilota al fianco di Michela Cerruti, unica donna in gara, e quello del Team Venturi, casa automobilistica monegasca che correrà in casa il 9 maggio  sul circuito del Principato di Monaco, con le due monoposto condotte dal già noto tedesco Nick Heidfeld ed il francese Stéphane Jean-Marc Sarrazin.

In realtà, la grintosa monoposto 100% made in Monaco, dopo un rapido passaggio al Grimaldi Forum, allo Sportel ed al Salone Ever – quest’ultimo previsto dal 31 marzo al 2 aprile con molte novità sulle energie rinnovabili ed i veicoli ecologici, ndr – si è svelata pubblicamente a dicembre del 2013, durante il Salone della Moto, a Parigi. E’ qui che sotto i flash di decine di fotografi è stato presentato in anteprima mondiale il gioiello della nuova scuderia Venturi Grand Prix, nata dalla partnership tra l’attore americano Leonardo Di Caprio,Gildo Pallanca Pastor e l’egida di SAS il Principe Alberto II.

Ritornando alla competizione attesa a maggio, che si terrà due settimane prima della 73a edizione del  GP di F1, aspettiamoci anche colpi di scena imprevedibili, soprattutto perché il format, così come è concepito dalla FIA, prevede un’unica giornata di gare, con le due prove libere in mattinata a cui seguiranno le qualificazioni, tutte organizzate a ritmo scadenzato. Tempo di  ricaricare le monoposto assegnate, due per ogni pilota, e poi nel tardo pomeriggio avrà infine luogo la gara vera e propria. Sicuramente sarà molto divertente assistere all’unico pit-stop che, in questo caso, è il momento in cui ogni pilota dovrà decidere di cambiare di vettura, carica di energia elettrica necessaria per raggiungere il traguardo.

Infine, fondamentale, la partecipazione attiva del pubblico, sul web. Come recita il regolamento, durante la competizione ogni pilota avrà al massimo 150 KW di potenza da utilizzare con la sua monoposto. Lo stesso, però, non capiterà ai primi tre classificati del fan boost, meccanismo ideato per interagire direttamente con i protagonisti della gara. I più votati potranno infatti usare fino a 180 KW per cinque secondi massimo su ogni monoposto impiegata. (http://fanboost.fiaformulae.com/).

Ed ora che ne sappiamo qualcosa di più non resta che attendere la bandiera a scacchi, antipasto ‘green’ della Formula E a cui seguirà la più rumorosa quanto appassionate gara del GP di Formula 1, in programma dal 21 al 24 maggio sul circuito cittadino del Principato di Monaco, quello che non ha eguali in tutto il mondo!

http://en.venturi.fr/formula-e/venturi-grand-prix