Una edizione premiata dalla presenza ai bordi dei due campi di gara (eliminatorie a Camporosso, turni finali e finalissima al campo di beach volley dello stabilimento balneare "Miramare" a Ventimiglia) di un folto e rumoroso pubblico. Ha giocato a favore di questa quinta edizione, forse, la concomitante presenza sugli schermi televisivi delle imprese olimpiche degli "eroi" del beach nostrano (il duo femminile Cicolari/Menegatti e quello maschile Lupo/Nicolai approdati entrambi ai quarti di finali del torneo di Londra), fatto sta che si sono registrate più di trecentocinquanta iscrizioni.

Contenta anche l’organizzazione che ha potuto devolvere larga parte dell’incasso alla "Spes Auser" (associazione da anni impegnata, a Ventimiglia, a fianco dei soggetti disabili e delle loro famiglie). Un trionfo, insomma, sotto tutti i punti di vista.

Ad aggiudicarsi il torneo sono stati gli "All Beck’s", un quartetto (ricordiamo che si giocava quattro contro quattro con l’obbligo di una donna sempre in campo) che ha fatto valere la propria forza sotto rete e precisione in battuta. In finale sono stati sconfitti i campioni dello scorso anno.

A guidare la formazione vittoriosa i fratelli Lombardi (fratello e sorella). Da segnalare, come nei turni eliminatori, si fossero presentate quartette di savona, genova e anche del basso Piemonte. Premiata la scelta dei due campi di gioco. Già si pensa ad allargare la manifestazione e coinvolgere altri comuni ponentini.