Ospedaletti inizia già a scaldare i motori per la 3° rievocazione Storica del Circuito di Ospedaletti-XXV Trofeo Internazionale Motociclistico di Sanremo, manifestazione unica nel suo genere che mette a confronto il passato con il presente per tutti gli appassionati non solo di motociclismo ma anche della sua storia.
Primo appuntamento il 31 agosto all’Auditorium Comunale alle 21:00 con Premio giornalistico Roberto Patrignani, consegnato l’anno scorso a Guido Meda, riservato ai giornalisti sportivi che si sono distinti nella loro professione, quest’anno verrà consegnato a Paolo Beltramo,  il famoso intervistatore “su pista” in motomondiale.
Alla biblioteca civica invece verrà inaugurata alle 11:30 la mostra fotografica "Il circuito di Ospedaletti ieri e oggi" con l’esposizione delle vignette di Giorgio Serra detto "Matitaccia" che da 30 anni fa divertire gli appassionati di due e quattro ruote.
Sabato 1 settembre dopo la cerimonia della verifica, punzonatura ed esposizione delle moto partecipanti a partire dalle 9:30, si terrà la grande “Notte dei Motori” con musica, animazioni, shopping serale con il sottofondo del rombo dei motori fino alla mezzanotte.
Domenica 2 settembre dalle 8:30 alle 12:30 si terrà la vera e propria rievocazione storica del circuito cittadino, con le parate delle batterie di moto per arrivare alle 18:30 alla Parata dei Campioni per la quale sono attesi i protagonisti del motociclismo internazionale come Giacomo Agostini che ha vinto il circuito 12 volte, amilcare Balestrieri, campione di rally, Luca Cadalora, Phil Read, indimenticabili i suoi duelli proprio con Agostini, Gianni De Matteis, Marco Lucchinelli, Manuel Poggiali, Loris Capirossi e molti altri.

A presentare oggi l’importante manifestazione sportiva erano presenti Giovani Salvetti,  membro della commissione tecnica, Eraldo Crespi, sindaco di Ospedaletti, Gabriele Cascino, Assessore Regionale allo Sport, Claudio Restelli, Assessore a lturismo comune di Ospedaletti, Giancarlo Ruggeri, Direttore della Manifestazione e Maurilio giordana, presentatore e speaker radiofonico. 

Il Sindaco Eraldo Crespi ha voluto ricordare il rapporto che lo lega al Circuito da quando, Sindaco nel 70-71 e 72 " vinsero Pasolini e Agostini li premiai al Casino’ di Sanremo con un’emozione incredibile, mi dispiace che il percorso sia ricordato come percoloso ma vorrei ricordare che Clemencic (al quale è stata dedicata la curva dove si schiantò) è morto non per la pericolosità del tracciato ma per un guasto meccanico alla sua moto" poi ha continuato "un ringraziamento va agli sponsor,è un peccato l’assenza del Comune di Sanremo che non ha partecipato finanziariamente a questa grande manifestazione, ma un domani magari con altre amministrazioni il Comune tornerà a partecipare. E’ per questo che abbiamo continuato a mettere il nome di Sanremo nella rievocazione storica nella speranza che in futuro si cambi.

Abbiamo cercato di autofinanziarci attirando sponsor grazie alle maggiori attrattive offerte. Un ringraziamento particolare va alla Regione e a Gabriele Cascino che oltre a rispondere subito ha confermato la sua presenza alla manifestazione".

Gabriele Cascino, dopo aver portato i saluti del Presidente della Regione Claudio Burlando, ha ringraziato il Comune di Ospedaletti e tutti coloro che sono riusciti a realizzare questo evento sportivo in un momento di crisi economica che si riflette nei tagli alle manifestazioni “ma abbiamo scelto di premiare gli eventi importanti e che hanno una storia, alcuni eventi sportivi non si fanno più per i tagli ai bilanci ma quelli che si decide di realizzare vengono fatti al meglio

Ha poi passato la parola a Claudio Restelli, Assessore al Turismo del Comune di Ospedaletti: "Ospedaletti è entrata nell’iniziativa ANCI “Città dei Motori” a Bologna, presieduta dalla città di Maranello e di cui fanno parte anche Arese e Mugello, siamo l’unico comune italiano affiliato all’ASI che partecipa alla manifestazione con un importante contributo.

Parteciperà anche una moto del 1921, 227 sono i piloti iscritti con 286 moto di ben 56 marche internazionali, 10 nazioni rappresentate. Un palmares che potrebbe portare anche a 25mila presenze turistiche nel territorio come negli anni passati, un grazie a Bordighera che offrirà il suo supporto e ai 300 volontari che contribuiranno alla riuscita della manifestazione".

Giancarlo Ruggeri, Direttore della Manifestazione ha spiegato la filosofia dell’evento: "continueremo nel solco delle manifestazioni degli anni precedenti , arrivo dal mondo delle 4 ruote in quanto appassionato rallysta, fondamentale il discorso sulla sicurezza che prevede ambulanze con servizio di rianimazione, usate pochissime volte ma fondamentali, ufficiali di gara che vigileranno sulla “passerella” magnifica delle moto che parteciperanno,uno spettacolo di abilità di guida interessante per tutti, sono inserite in percorso delle chicane per garantire lo spettacolo delle moto in piega".

Presente anche il pilota Gianni De Matteis : "un percorso emozionante tra i muretti e le vie cittadine, mi sono emozionato tantissimo, posso solo immaginare le emozioni provate con le moto degli anni ’60"  e il pilota Amilcare Balestrieri: "anche con moto inferiori puoi arrivare davanti, ricordo le lotte con Agostini, è un percorso dove vince l’abilità di guida e dal paesaggio spettacolare".

Nicola Tim, responsabile delle pubbliche relazioni del Premio Patrignani, indetto già dalla prima edizione, per ricordare il famosissimo giornalista, scrittore e corridore, che "nel 2000 fu uno dei primi a lanciare la rievocazione del premio città di Ospedaletti, purtroppo non pè riuscito a vedere la prima edizione, Premio è già stato assegnato a Nico Cereghini, a Guido Meda e quest’anno a Paolo Beltramo" presente Micol Patrignani nel ricordare il marito ha raccontato che si erano incontrati proprio a Ospedaletti all’Hotel Metropole, “ha sempre insistito sul ritorno del circuito perchè ricorda il Tourist trophy, molti corridori tornano come turisti, circuiti con rapporti tra amore e odio perchè lo considerano pericoloso ma poi ci vogliono correre perchè amano il rischio”.

Si preannuncia una grandissimo evento emozionante per tutti gli appassionati di motori e per chi non riuscirà a restire al fascino vintage delle moto d’epoca.