Piacevole sorpresa per la dimensione giovanile dell’Imperia Rugby. Soprattutto per i nuovi iscritti al settore giovanile, i quali si sono trovati immediatamente in una situazione internazionale.

Sabato 6 e domenica 7 ottobre, infatti, tutti i bambini ed i ragazzi sono stati impegnati nel performante torneo rugbistico di Mentone. Si rinsaldano così i rapporti tra le due società più vicine ai rispettivi confini di stato. Nel nome di Webb Ellis, leggendario ed eretico fondatore del rugby, hanno iniziato già sabato gli under 14 di Massimo Zorniotti e Carlo Giardina. Impegno non da poco per questa compagine, che annovera spesso ultimi arrivati tutti da formare e che è propedeutica al passaggio alla categoria dell’Accademia FIR. In ogni caso si segnala un buon comportamento, con il settimo posto su 13 squadre.

Quel che più conta è aver superato alcune franchigie francesi, sicuramente molto avanti nei piani di gioco. Basti pensare che la posizione finale è alla pari con gli aquilotti del Nizza, città capitale. Domenica è toccato ai più piccoli. La under 8 è formata da bambini simpaticissimi e piccoli, neofiti del rugby. Hanno giocato in 5, erano arrivai in sei. Singolare il gruppo di allenatori, anzi allenatrici: le giovanissime Martina La Macchia, Lidia Colombo ed Irene Ardoino: come dire, una esperienza materna per le pur agguerrite gabbianelle imperiesi.

Il monumentale Giandomenico Lisco ha preso in carico l’under 10, con 12 bambini. Giocano in otto e hanno avuto un “battesimo del fuoco” essendo molti gli under 8 alla prima esperienza in una categoria superiore. Infine la under 12 preparata dal competente Emanuele Mori ha giocato con 9 in campo più tre riserve ed ha colto un altro onorevole ottavo posto su tredici squadre, perdendo la finale con il Nizza 2, mentre il Nizza 1 ha vinto il torneo: niente da dire, Nizza ha un gran bacino di utenza.

Il buon comportamento delle squadre dell’Imperia ha suscitato ammirazione presso i “maestri” d’oltralpe e ora le società di Monaco, Nizza, Antibes, Grasse e, non ultima, i cari amici di Saint-Laurent du Var lanciano il guanto di sfida per giocare con “Les Italiens”.  Gli allenatori dell’Imperia sono anche interessati ad ampliare il loro bagaglio tecnico seguendo i corsi di formazione in Francia: è questa la vera cooperazione europea, alla faccia di fondi monetari e discussioni su spread e titoli. Si va sul pratico e sulla formazione dei giovani, che è quel che più conta per il futuro.

Nel frattempo venerdì 5 la seniores ha affrontato la under 20 delle Province dell’Ovest, con un buon risultato di mete di fronte agli avversari agguerriti, ma meno esperti. Il sistema di gioco preparato da Flavio Perrone comincia a dare i suoi frutti ed il sostegno, simbolo del rugby, arriva da tutto il movimento imperiese.

Rugby day, dunque, il 14 ottobre al Pino Valle: alle 11 sono di scena gli under 16, poi tocca agli under 20 delle Province, franchigia ormai comune all’Imperia, alle 12.30 e contro Savona. Piatto forte, alle 15.30 il primo match di C territoriale contro il Savona: un incontro molto sentito e un buon viatico per il campionato. Tutti al Pino Valle, allora.