Un Pian di Poma sferzato dal vento ha accolto a distanza di due anni le storiche casacche biancoazzurre all’esordio in Terza Categoria Imperia/Savona. Seconda giornata di campionato ma già una squadra data nel lotto delle favorite al passaggio di categoria: il Bastia Albenga, opportunamente rinforzato da innesti targati Pietra Ligure, si presentava a Sanremo dopo il turno di riposo forzato della prima giornata.

La Sanremese appariva timorosa nel primo tempo, nonostante il tifo incessante degli Ultras "Cani sciolti" (foto) che incitavano la neorifondata compagine matuziana. Il Bastia andava in vantaggio al 17esimo del primo tempo e raddoppiava al 30esimo sempre del primo tempo.

La squadra locale sembrava come imballata ed incapace di fraseggiare in avanti.

Nel secondo tempo, pronto riscatto: una squadra frizzante sulle ali e al centro metteva più volte in pericolo la porta savonese. Quindi all’ottavo della seconda frazione i locali accorciavano le distanze: rigore messo a segno da Tortorolo.

La pressione dei Moraglia boys e il tifo degli Ultras non scemava e giungeva il pareggio: ad un quarto d’ora dalla fine il neoacquisto Francesco Annacarato, centravanti napoletano dal dribbling ubriacante, trafiggeva per la seconda volta il portiere del Bastia.

Bragagnolo pochi minuti dopo spediva fuori il pallone della possibile vittoria per la Sanremese ma, forse, sarebbe stato troppo. Come esordio tra le mura amiche, può bastare.

La soddisfazione dei ragazzi della Sanremese alla fine è anche nella corsa sotto la curva dei tifosi, tornati dopo due anni a gridare "Forza Sanremese!"

La prossima giornata sarà di riposo. Ricaricare le batterie sarà la prima cosa da fare, consci che sarà dura anche in Terza Categoria.