Se la prima attività sportiva dell’uomo, legata alla necessità di catturare le prede, è stata la corsa,  la corsa  è da sempre uno sport molto praticato, connaturato con l’uomo stesso, praticabile in ogni luogo e con ogni clima, non necessita di particolari attrezzi o abbigliamenti, anzi, da studi recenti, si è scoperto che l’uomo corre più velocemente a piedi scalzi.

Questa piccola introduzione per spiegare perché la “Passeggiata dei Tre Campanili” oggi alla XII edizione, ogni anno riscuote tanto successo, grandi e piccini provano la voglia di camminare, di correre in mezzo alla natura, a contatto con le meraviglie del creato e questa è un’ottima occasione.

Il percorso si snoda per dieci chilometri lungo sentieri e mulattiere, lo sguardo può spaziare dall’orizzonte infinito del mar ligustico alla corona delle Prealpi, i profumi di resina di pino, rosmarino, timo sono inebrianti e per lunghi tratti del percorso si ode solo il rumore dei propri passi.

Questi sono certamente validi motivi per trascorrere una mattinata in compagnia di persone che amano lo sport e la vita all’aria aperta, per riscoprire antichi sentieri e villaggi  abbarbicati sulle colline.

Partenza alle ore 9.00 dalla Piazza della Cattedrale, arrivo nello stesso luogo entro le ore 12.00 dopo essere passati da Passo Ville, Ville, Calandri, San Lorenzo, primo campanile, Seglia, San Bernardo, secondo campanile, Due Camini, chiesa San Michele a Ventimiglia Alta, terzo campanile,  seguiranno premiazioni e rinfresco a base di pasta e “pan e pumata” per tutti i partecipanti.

La manifestazione si svolgerà anche in caso di pioggia, .si raccomanda un abbigliamento da trekking e si ricorda che non è una gara competitiva, assistenza assicurata dal Nucleo Protezione Alpina, Protezione Civile e Croce Verde Intemelia, Patrocinio della Città di Ventimiglia.

Organizzazione Comitato Pro Centro Storico e Circolo Culturale Porta Marina.