Ospedaletti è nota per essere la città delle rose ma anche dei motori. Quest’ultima definazione deriva dalla presenza del mitico Circuito, che in tante occasioni ha ospitato i campioni di moto e auto. Un vero anello cittadino, orgoglio degli ospedalettesi che ogni due anni attendono il passaggio dei bolidi. Vediamo, però, da dove arriva questa gloriosa storia.

Il Circuito di Ospedaletti nasce nella Primavera del 1947 per volontà di Michele Allavena, Remo Pestarino, Luca Vismar e l’Automobil Club Sanremo. Il titolo Gran Premio di Sanremo nacque con la prima edizione del 1937 che venne disputata all’interno del piccolo anello cittadino di Sanremo a cui prese parte Achille Varzi dopo un periodo di assenza dalle corse. L’entusiasmo scaturito dalla emozionante gara venne però congelato dal periodo bellico che mise un freno alla successiva edizione. Nel 1947, con la fine della guerra, si ritrovarono gli entusiasmi per dar vita alla seconda edizione del Gran Premio di Sanremo e si optò per la creazione ad hoc di un circuito che vide nella sua morfologia le condizioni ideali per correre, il Circuito di Ospedaletti adiacente alla città dei fiori.

Ospedaletti, infatti, disponeva di un lungo rettilineo i cui due estremi erano raccordati da un’ottima circonvallazione. Inoltre, la viabilità ordinaria sarebbe stata assicurata da una strada parallela sul lungomare, via XX Settembre. Ancora oggi è così.

Il Circuito cittadino di Ospedaletti debuttò come gara di velocità nel 1947, venendo inclusa fin dall’anno seguente nel Circuito Internazionale dei Gran Premi. L’avventura della Formula Uno vide i più grandi nomi dell’epoca, da Nuvolari a Fangio, da Ascari a Bira, e si concluse nel 1951 a causa dei problemi di sicurezza causati, in parte, dal grave incidente di Johnny Claes. E poi la potenza dei nuovi motori non trovava più sfogo sul tracciato troppo compresso. Continuò il motociclismo sino al 1972, l’anno successivo per problemi di sicurezza a seguito della tragedia a Monza di Pasolini e Saarinen si bloccò definitivamente l’organizzazione del Gran Trofeo di Ospedaletti.

L’idea di una rievocazione storica, da decenni accarezzata dai moltissimi appassionati delle due ruote ed auspicata da tanti piloti e giornalisti, tra i quali Paolo Campanelli, Giacomo Agostini e Roberto Patrignani, si è realizzata con grande successo nel 2008, 2010 e 2012.

Siamo alla quarta edizione: Domenica 7 settembre 2014, sul piccolo TT di Ospedaletti torneranno a riaccendersi i motori delle splendide due ruote da gara.

La tradizione continua, gli appassionati di motori sono avvisati.

Link alla pagina del magazine

Sito ufficiale: www.circuitospedaletti.it