Saranno circa 500 i centauri che in sella alla loro fedele Moto Guzzi si incontreranno a Bordighera per il meeting nazionale della mitica “due ruote” italiana. Dal 15 al 17 aprile infatti, la Città delle Palme sarà il ritrovo per tutti gli appassionati dell’intramontabile marchio nato 95 anni fa a Mandello del Lario. A organizzare l’evento, per la prima volta nel Ponente Ligure sono i due club liguri l’“Anonima Guzzista” del Ponente ligure e il “Club Moto Guzzi” di La Spezia.

L’evento, che si aprirà venerdì 15 aprile alle ore 15 sul Lungomare Argentina di Bordighera, sarà arricchito da escursioni motociclistiche, spettacoli di giocoleria e musica, riconoscimenti ai Comuni ospitanti e  premiazioni ai club che parteciperanno da tutta Italia e dall’Europa. I Guzzisti potranno percorrere lo storico circuito di Ospedaletti, che in passato è stato teatro di memorabili gare motociclistiche vinte anche dalla Moto Guzzi. Proprio in questa occasione i club consegneranno un riconoscimento al figlio di Roberto Patrignani, noto centauro che vinse la gara di Ospedaletti in sella a una Guzzi. Sabato 15 aprile i 500 centauri raggiungeranno Dolceacqua, il borgo della val Nervia che si distingue  per il meraviglioso ponte medievale definito da Monet “un gioiello di leggerezza” oltre che dal suggestivo Castello della famiglia Doria. La carovana di “Guzzisti”  si dirigerà infine verso l’antico borgo medievale del “Principato” Seborga, un tempo francese e poi sabauda, che sarà la meta dell’escursione del terzo giorno. I centauri potranno visitare i musei del paese situato alle spalle di Bordighera che da anni è al centro di una curiosa diatriba con lo Stato per la sua  volontà di indipendenza dall’Italia, aspirando appunto al titolo di “principato” (per lo Stato italiano ormai inevitabilmente decaduto). Il pranzo a Seborga sarà la degna conclusione della tre giorni nazionale.

Un’ottima occasione per la Liguria di Ponente di far scoprire i propri tesori anche ai centauri appassionati di Moto Guzzi.