Corso Imperatrice: il più antico parco pubblico

Territorio

La necessità di espansione di San Remo, avviata verso una fase di sviluppo, determina la creazione di un ampio viale di accesso alla città, a Ponente del sito ove si…

La necessità di espansione di San Remo, avviata verso una fase di sviluppo, determina la creazione di un ampio viale di accesso alla città, a Ponente del sito ove si trovava la cappella di San Rocco. Si amplia dunque il tracciato della strada carrozzabile della cornice. Nella cartografia del Cantù, datata al 1874, sono indicati i progetti per il Corso di Mezzogiorno, che comprendevano la creazione di un’area a giardino, tuttora esistente. Tale intendimento si concretizza con i lavori concentrati fra il settimo e l’ottavo decennio dell’Ottocento. Nella vicenda, molto è legato ad una illustre ospite, l’imperatrice di Russia Maria Alexandrovna (1824-1880), la quale aveva bisogno di risiedere sul Mediterraneo per lunghi periodi, a causa di problemi di salute. Trovandosi spesso in Costa Azzurra, viene invitata a San Remo da Adele Roverizio di Roccasterone, moglie del sindaco e dal banchiere Antonio Rubino. La folta colonia russa della città dei Fiori accoglie nel migliore dei modi l’imperatrice nel dicembre del 1874. Il soggiorno dura fino al febbraio dell’anno successivo. Il periodo sanremese era stato così gradito all’imperatrice, la quale impegna una somma utile a regalare alla città una partita di palme che potessero adornare il corso di Ponente. Nel 1875 la municipalità decide di intitolare la passeggiata all’illustre ospite. L’aspetto definitivo del corso viene conferito dai lavori previsti dal piano regolatore Lamborizio, del 1904.

Due celebri sculture arricchiscono il percorso. La prima è la statua della Primavera, divenuta simbolo della città, opera di Vincenzo Pasquali, scultore ospite di San Remo. La seconda è il severo monumento a Giuseppe Garibaldi (1906-1908) dovuta al simbolista Leonardo Bistolfi.

Bibliografia

  • M.BARTOLETTI – N.PAZZINI PAGLIERI, San Remo, Genova, 1995.
  • P.CAZZOLA, in E.KANCEFF (a cura di), Immagini di San Remo nel mondo, San Remo, 1998, p.213.
  • Museo Pinacoteca Civica di San Remo, cartografia della città di San Remo di Alessandro Cantù, 1874.
Villa Zirio

Villa Zirio

La proprietà ha una storia complessa, anche sotto il profilo botanico. Secondo la testimonianza...

Corso Mombello

Corso Mombello

Le grandi aiuole di corso Mombello, ricche di splendide presenze botaniche, sono il risultato di...